<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
“Venezia Superiore”

Il Valpolicella «doge» di Venezia per due giorni

Il consorzio a Venezia
Il consorzio a Venezia
Il consorzio a Venezia
Il consorzio a Venezia

Finale in bellezza con 600 winelover a Venezia ieri sera, 6 luglio, alla Loggia Maggiore della Peschiera di Rialto, per la due giorni del Consorzio vini Valpolicella in Laguna intitolata al vino Rosso del territorio: il Valpolicella Doc Superiore. L’evento-focus “Venezia Superiore”, ideato per scoprire la contemporaneità e versatilità di un vino rosso che aspira a incrociare sempre di più l’evoluzione delle tendenze e occasioni di consumo anche in chiave internazionale, ha spopolato tra gli appassionati e attirato anche l’attenzione di 25 giornalisti della stampa nazionale e regionale in appuntamenti a loro riservati.

«È stato un finale oltre le aspettative», commenta Christian Marchesini, presidente del Consorzio, «che conferma il ‘sentore’ glamour del Valpolicella Superiore che oggi rappresenta poco più del 7% della produzione. Un dato pressoché costante dal 2012 a oggi che, se da un lato dimostra una tenace fidelizzazione al prodotto, dall’altro evidenzia il potenziale di crescita ancora inespresso. Per questo siamo convinti che il Valpolicella Superiore potrà giocare un ruolo fondamentale per la denominazione».

Ieri sera alla Pescheria di Rialto, in degustazione per gli appassionati veneziani e i turisti, c’erano 50 referenze di Valpolicella Doc e Valpolicella Superiore - annate dal 2013 al 2022 - di 38 aziende della denominazione rossa più importante del Veneto che esprime oltre 600 milioni di euro di fatturato complessivo

Camilla Madinelli

Suggerimenti