Al via da stasera

Torna InVigna e lancia gli eventi speciali in Valpolicella e tra le colline del Custoza

Torna l'iniziativa InVigna
Torna l'iniziativa InVigna
Torna l'iniziativa InVigna
Torna l'iniziativa InVigna

L’obiettivo è sempre lo stesso: promuovere le eccellenze enogastronomiche dei territori. I grandi vini rossi e bianchi scaligeri insieme a salumi, formaggi, frutta e pasticceria dei produttori locali. Prende il via stasera, sabato 18 giugno, la terza edizione del progetto enoturistico “InVigna”: la Cappuccina Wines di Monteforte d’Alpone ospita il primo picnic tra i filari della serie ideata da Chezia Ambrosi e Chiara Lavarini.

L’iniziativa, patrocinata da Confagricoltura Verona e Coldiretti Verona, vuole unire la conoscenza dei vini veronesi con quella dei territori, la scoperta dei diversi cru in abbinamento a prodotti gastronomici tipici con la visita alle aziende e ai professionisti impegnati dal campo alla cantina. Oltre ai 10 appuntamenti nel fine settimana, però, come da formula consolidata, nell’edizione 2022 c’è una novità: un cartellone di otto serate infrasettimanali, in orario aperitivo, che si terranno alle Vigne di San Pietro a Sommacampagna e per tre giovedì in Valpolicella nella Tenuta Santa Maria di Villa Mosconi Bertani, a Novare di Arbizzano, che ospiterà anche la chiusura del tour domenica 25 settembre.

«Il progetto ha riscosso un grande successo in questi anni», affermano Ambrosi e Lavarini, «perciò abbiamo voluto alcune novità per continuare a scoprire il territorio, in particolare della Valpolicella e delle colline moreniche del Custoza». “Invigna” proporrà picnic tra i vigneti e sotto le stesse accompagnati dai vini della cantina ospitante. Sempre in giugno farà tappa il 23 alla Tenuta Santa Maria a Novare e il 25 a Pescantina nell’azienda agricola Fugolo Gianluca, poi avanti tutta l’estate (info: 346 0366108; invigna2019@gmail.com).

Chi desidera potrà inoltre accreditarsi per una degustazione in cantina, per scoprire la storia delle aziende vitivinicole coinvolte. Negli anni scorsi il progetto è piaciuto ai giovani winelovers, ma anche a tante famiglie. «Siamo convinti che il format sarà vincente anche quest’anno», sottolinea il presidente dei Giovani di Confagricoltura Verona, Piergiovanni Ferrarese. «Infatti è sempre forte la voglia di stare insieme e a stretto contatto con la natura, come forte è il desiderio di provare emozioni vere e conoscere storie, aziende e persone». Concorda Riccardo Franco, delegato di Giovani Impresa Coldiretti Verona: «È una bella iniziativa e riscuoterà ancora più successo degli anni scorsi, dato l’annunciato arrivo di moltissimi turisti nella nostra provincia». 

Camilla Madinelli