<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
IL VINCITORE

«Vinalia», è veronese il miglior Lugana del 2022

Il Gran Priorato "incorona" il veronese Val dei Molini. Il risultato è giunto al termine dell’evento annuale in scena quest’anno al Garda Golf di Soiano
Lugana
Lugana
Lugana
Lugana

È veronese il Lugana dell’anno: il miglior Lugana annata 2022 è il Val dei Molini prodotto da Cantina di Custoza, gruppo Cantine di Verona, con uve raccolte dai vigneti di San Benedetto di Lugana, Peschiera. Così ha deliberato la confraternita del Gran Priorato del Lugana, il sodalizio con sede a San Martino che da più di 40 anni si pone l’obiettivo di “contribuire alla promozione dell’enogastronomia locale e alla divulgazione dei vini Lugana e della Riviera del Garda”.

Il "vincitore"

Il vino Val dei Molini 2022 accompagnerà tutti gli eventi dell’associazione nel corso del 2023: il risultato è giunto al termine di Vinalia, l’evento annuale del Gran Priorato in scena quest’anno al Garda Golf di Soiano. Una lunga selezione ha portato alla scelta del vincitore: prima l’assaggio (alla cieca) di una sessantina di campioni da parte di un team di 18 enologi, poi i 9 finalisti degustati dai 60 priori della confraternita durante Vinalia. Infine il Lugana dell’anno: “Vinalia – dichiara il Gran priore Luca Lazzari – ha visto anche stavolta le cantine produttrici di questo prezioso nettare darsi battaglia con prodotti di altissimo livello: la selezione è stata ancora più difficile”. Un vincitore veronese è quasi un inedito nella storia del Gran Priorato: negli ultimi anni erano stati premiati i Lugana di Emilio Pasetto (Sirmione) e per due volte Oselara di Pozzolengo. Il gruppo Cantine di Verona è nato a giugno 2021 e comprende Cantina Valpantena, Cantina di Custoza e Cantina Colli Morenici.

Alessandro Gatta

Suggerimenti