Il prodotto Dop

Il marrone di San Zeno di Montagna diventa protagonista a «I fatti vostri»

Intanto a San Zeno ci si prepara alla Festa che si svolge a partire da questo fine settimana e poi nei prossimi (29/30/31 ottobre, 1 e 5/6 novembre)
Il marrone di San Zeno di Montagna
Il marrone di San Zeno di Montagna
Il marrone di San Zeno di Montagna
Il marrone di San Zeno di Montagna

Il Marrone di San Zeno Dop è ospite in televisione su Rai Due lunedì, 24 ottobre, alle 11, durante la trasmissione “I fatti vostri”. Il prodotto veronese sarà in studio con altre castagne italiane, presentate da Anna Falchi e Salvo Sottile, insieme all’esperto di Coldiretti che spiegherà ai telespettatori le diverse varietà e i modi migliori per degustarli.

Il Marrone di San Zeno è coltivato nella zona di San Zeno di Montagna, da cui prende il nome, in un’area di circa 200 ettari compresa in territori situati dai 250 ai 900 metri di quota nella zona fra il Lago di Garda e il Monte Baldo. La produzione di quest’anno si attesta sui 300 quintali, gran parte dei quali biologici, è coltivata in circa 200 ettari.

Il prodotto veronese ha ottenuto la Denominazione di origine protetta (Dop) nel 2003 ed è stato tra i primi nel suo genere a riceverla. I Marroni, spiega Coldiretti Verona in una nota, si presentano con una forma ellissoidale e con una caratteristica buccia sottile, lucida e di colore marrone chiaro con striature più scure.

Possono essere acquistati direttamente dai produttori durante la Festa che si svolge a partire da questo fine settimana e poi nei prossimi (29/30/31 ottobre, 1 e 5/6 novembre) a San Zeno di Montagna, in retine chiuse con apposito sigillo. L’ideale è degustarli arrosto ma sono buoni anche lessati. Tipico è il minestrone di marroni con verdura e fagioli. 

Camilla Madinelli