la ricetta

Stelle, alberelli e «puòti»: non è festa senza le frolle di Santa Lucia

L'impasto deve riposare in frigorifero per almeno un ora, ma il consiglio "della nonna" per delle frolline da leccarsi i baffi è di farlo riposare per tutta la notte
Le frolline di Santa Lucia
Le frolline di Santa Lucia
Le frolline di Santa Lucia
Le frolline di Santa Lucia

Le Frolle di Santa Lucia sono biscotti preparati con farina, burro, zucchero e uova dalle forme più fantasiose: stelle, alberelli e piccoli animali o «puòti» (bambolotti). Per un veronese doc non c'è dicembre senza una bella scorpacciata di frolline. Volete mettervi alla prova? Ecco la ricetta.

Ingredienti per sei persone

250 grammi farina bianca 150 grammi burro (freddo) 100 gr. di zucchero bianco 2 uova (tuorli) - un limone 50 grammi zucchero a velo 1 bustina di Vanillina - sale.

Preparazione

Disponete la farina su una spianatoia in legno, formando la classica fontana. Aggiungete il burro freddo tagliato a piccoli pezzi e impastate velocemente.

Quando saranno bene amalgamati, aggiungete due tuorli d’uovo, lo zucchero bianco, una bustina di Vanillina, la buccia grattugiata del limone e un pizzico di sale.

Mescolare fino ad ottenere una palla liscia e compatta (se l’impasto risultasse troppo asciutto, potete anche aggiungere qualche cucchiaio di latte a temperatura ambiente).

Copritela con della pellicola trasparente da cucina e fatela riposare in frigorifero per almeno un ora. Ma il consiglio "della nonna" è di farla riposare per tutta la notte e infornarle al mattino. Infarinare leggermente il piano di lavoro e con un mattarello stendete l’impasto, portandolo ad uno spessore di circa mezzo centimetro.

Con degli stampini di varie forme e dimensioni, ricavate dei biscotti e disponeteli su una teglia foderata con carta forno.

Cucinate le Frolle di Santa Lucia in forno ventilato a 160 gradi per circa 15 minuti. Non appena le frolle iniziano a dorarsi, sfornate e fatele raffreddare.

Ricopritele con una bella spolverata di zucchero a velo e servite in un piatto con mandarini e frutta secca.

L'abbinamento

Accompagnandole con un bicchiere di vino passito dolce come il Recioto della Valpolicella. Per i bambini, invece, con un bicchiere di latte e della confettura di ciliegie o marmellata di agrumi.