Dolciario

Accordo Vicenzi-Perugina, ecco i Grisbì al bacio

Giuseppe Vicenzi
Giuseppe Vicenzi
Giuseppe Vicenzi
Giuseppe Vicenzi

Si produce a Bovolone il biscotto che fa crescere il business di Gruppo Vicenzi, frutto della sinergia con Perugina. Due storiche eccellenze dell’arte dolciaria italiana hanno infatti stretto la nuova partnership temporanea, per un prodotto a edizione limitata, che piace.

Grisbì al Bacio Da qualche settimana sono sbarcati tra gli scaffali della Grande distribuzione organizzata i «Grisbì con crema Baci»: per la prima volta i noti cioccolatini, con i loro cartigli originali, entrano nelle confezioni degli iconici biscotti. Ne è risultata una novità che celebra storia e gusto della pasticceria italiana. Il dolcetto sta segnando picchi di richieste: in due settimane, ha venduto l’equivalente di quanto distribuito in tre mesi dalla precedente edizione invernale di Grisbì Passion, ritenuto a sua volta già un esperimento record e insignito del Premio per il miglior packaging design e campagna stampa consumer in occasione dell’ultimo Cibus di Parma.

Marchio rafforzato Il successo di Grisbì «crema Baci» rafforza, inoltre, l’importanza del marchio Grisbì nel paniere Vicenzi, che da solo, vale oltre il 30% delle vendite a brand in Italia, trainando il positivo andamento del giro d’affari aziendale in crescita del +13%, nel primo semestre. Il marchio fu acquisito 15 anni fa dalla liquidazione Parmalat insieme a Mr. Day. Negli anni entrambi sono stati oggetto di un piano di riposizionamento.

Capitale umano Le referenze Grisbì sono prodotte nello stabilimento veronese della Bassa, in cui sono impiegati un’ottantina di lavoratori su un totale di 363 addetti del Gruppo, distribuiti nel sito principale di San Giovanni Lupatoto e di Nusco (Avellino). Nel 2020 il marchio aveva raggiunto ricavi per 24 milioni di euro: quest’anno l’obiettivo è quota 30.

Parla il patron «Il percorso con Perugina», spiega il presidente del Gruppo, Giusepche Vicenzi, nei giorni scorsi ha ricevuto le insegne di Cavaliere del Lavoro dal presidente della repubblica Sergio Mattarella, «è rappresentativo della nostra storia, da sempre proiettata all’innovazione. Abbiamo creato qualcosa di unico, partendo da due storiche eccellenze dolciarie. I valori che da oltre un secolo ci contraddistinguono non cambiano, ma si aggiornano».

Innovazione totale Il 2021 si caratterizza anche per l’innovazione applicata a packaging sempre più social e sostenibili. È stata infatti sviluppata una nuova collaborazione con gli studenti di Naba, Nuova accademia delle Belle Arti di Milano per la creazione di un’esperienza di gaming, che riguarda invece i prodotti a marchio Mr. Day. «Si dice che il packaging sia il primo strumento di comunicazione», afferma Cristian Modolo, direttore Marketing del Gruppo, «con la nuova gamma Mr. Day abbiamo amplificato il concetto: grazie alla realtà aumentata, la confezione si anima e crea un’esperienza pensata per avvicinare il marchio ai più giovani della generazione Z, i nati dal 1995 al 2010». Sostenibili anche i materiali usati: il 70% del packaging del Gruppo è di carta - riciclata al 100% nel caso dei Grisbì - il 22% da plastica che, a seconda del formato, è riciclata fino al 90%..

Valeria Zanetti