<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Vicenza

Lo street artist disegna il volto di Palladio sui muri del centro

di Laura Pilastro
A realizzarlo, uno dei più acclamati street artist della scena internazionale, Robert Vargas che ha realizzato l'opera in accordo con il Comune
In piazza San Biagio Il murale che ritrae il Palladio è stato realizzato in un paio di giorni, con tempere acriliche a base d’acqua COLORFOTO
In piazza San Biagio Il murale che ritrae il Palladio è stato realizzato in un paio di giorni, con tempere acriliche a base d’acqua COLORFOTO
Robert Vargas, artista di Los Angeles, a Vicenza

Il colpo d’occhio cattura lo sguardo. La familiarità di un personaggio iconico per Vicenza, fa il resto. Andrea Palladio diventa un murale e il suo ritratto prende forma in piazza San Biagio. A realizzarlo, uno dei più acclamati street artist della scena internazionale che ha donato l’opera alla città.

Ha fatto tappa anche a Vicenza il tour estivo di Robert Vargas, artista di Los Angeles, noto per i suoi ritratti e i murales che realizza in tutto il mondo, utilizzando spazi urbani, tra palazzi e anonimi muri. E un muro, tra la futura sede universitaria all’ex Aci e la spiaggetta di San Biagio, è la superficie sulla quale si è espresso anche alle latitudini beriche.

L'opera concordata con il Comune

Una creazione concordata con l’amministrazione comunale che ha individuato il punto e concesso l’autorizzazione in tempi lampo. Del resto, l’occasione era ghiotta. E a crearne le condizioni è stato il creativo vicentino Maurizio Sangineto che ha conosciuto Vargas in California e ha avviato con lui una collaborazione artistica. «Quando ho proposto a Robert di realizzare qui un’opera, lui ha accolto l’idea con entusiasmo. Ho contattato il Comune che ha individuato il punto esatto della performance. Tutto è avvenuto nel giro di pochi giorni, dovevamo sincronizzarci con le tempistiche dell’artista».

Un lavoro proseguito fino a notte fonda

Che a San Biagio ha iniziato a lavorare venerdì pomeriggio, proseguendo fino a notte fonda e poi per tutta la giornata di ieri, con l’aiuto di un assistente, interrotto solo dal maltempo. T-shirt e pantaloni screziati dagli schizzi di colore, Vargas ha sviluppato l’enorme graffito in orizzontale. «L’architettura di Vicenza è rinomata in tutto il mondo - spiega in una pausa tra una pennellata e l’altra -, ecco perché mi onora molto essere in un certo senso parte della storia di questo luogo e rendere un omaggio contemporaneo ad Andrea Palladio ritratto come fosse una star dei nostri tempi, in un luogo frequentato dai giovani». Il murale è realizzato con tempere acriliche a base d’acqua, che l’artista ha steso con i pennelli, sotto gli occhi incuriositi di tanti passanti. «Ho apprezzato molto la connessione speciale che si è creata con i vicentini».

Anche il sindaco Giacomo Possamai ha assistito al work in progress, affidando a Instagram alcune considerazioni a corredo di video e foto dell’artista all’opera. «Un muro un po’ rovinato può diventare una bella tela su cui dipingere», le parole di Possamai che ha messo in chiaro il suo approccio. «Più spazio alla street art a Vicenza! Riporta luce dove c’è buio, sicurezza negli angoli dimenticati».

Suggerimenti