A Ballando con le Stelle

Montesano in tv con la maglietta della Decima MAS: cacciato dal programma. Lui: «Una ingenuità»

La denuncia della Lucarelli, giudice nel programma. Per la Rai un fatto «inaccettabile». L'attore si scusa sui social
Montesano durante le prove di Ballando con le stelle indossa la tshirt della Decima Mas
Montesano durante le prove di Ballando con le stelle indossa la tshirt della Decima Mas
Montesano durante le prove di Ballando con le stelle indossa la tshirt della Decima Mas
Montesano durante le prove di Ballando con le stelle indossa la tshirt della Decima Mas

Stop alla partecipazione di Enrico Montesano a Ballando con le stelle: è la decisione della Rai, che definisce «inaccettabile» quanto accaduto ieri era, con l’attore che ha indossato una maglietta con i simboli della Decima Mas durante le prove e chiede «scusa a tutti i telespettatori».

La nota di viale Mazzini: «Inaccettabile»

«Quanto accaduto ieri sera a Ballando con le stelle, in onda su Rai1 - si legge in una nota di Viale Mazzini - è inaccettabile. Resta inammissibile che un concorrente di un programma televisivo del servizio pubblico indossi una maglietta con un motto e un simbolo che rievocano una delle pagine più buie della nostra storia. Chiediamo scusa a tutti i telespettatori e, in particolare, a coloro che hanno pagato e sofferto in prima persona a causa del nazifascismo a cui proprio quella simbologia fa riferimento. È decisione, dunque, della Rai interrompere la partecipazione di Enrico Montesano alla trasmissione del sabato sera Ballando con le stelle».

Le scuse dell'attore su Facebook

«Sono profondamente dispiaciuto e amareggiato - ha scritto Montesano su Facebook - per quanto accaduto durante le prove del programma. Sono un collezionista di maglie ho quella di Mao, dell’Urss, ma non per questo ne condivido il pensiero. Non c’era in me nessuna intenzione di promuovere messaggi politici o apologia di fascismo da cui sono profondamente distante. Sono sempre stato un uomo libero e democratico. Credo nei valori della Costituzione e mi scuso profondamente con chi si è sentito offeso e turbato. È stata un’ingenuità. Io col nazifascismo e tutti i totalitarismi non c’entro nulla e li disprezzo profondamente. Chiedo ancora scusa».

 

 

La denuncia di Selvaggia Lucarelli

«Dalle immagini di ieri vedo Montesano fare le prove di Ballando con la maglietta della Decima MAS che, se a qualcuno sfugge, è una formazione militare che ha combattuto accanto ai nazisti contro i partigiani, nonché simbolo del neofascismo». La denuncia di Selvaggia Lucarelli, in giuria nel programma di Milly Carlucci, che ha postato su Twitter un’immagine che mostra il concorrente indossare una maglia con il simbolo X Flottiglia MAS e sulle spalle la scritta ’Memento audere semper’.

«Buona domenica amici! Le fesserie e le strumentalizzazioni lasciamole agli altri!». Replica così, mostrando sul suo canale Telegram una foto che lo ritrae mentre mostra la tessera del Psi datata 1976, alle sue spalle un’immagine di Che Guevara, Enrico Montesano.

Ma la giornalista torna sulla questione e precisa: «Giusto per chiarire, perché leggo la solita dietrologia da bar. Insinuare che qualcuno possa avermi suggerito di scrivere della maglietta di Montesano per creare il caso della settimana, vuol dire non capire nulla di tv ed equilibri annessi. Faccio la giornalista, ho una notizia, la do».  E aggiunge: «In questo caso dare la notizia era pure una faccenda scomoda per la mia posizione, ma non potevo tacere. Se parliamo di responsabilità, le attribuisco tutte a Montesano, che si è presentato in sala prove con quella maglietta. La sua è colpa, quella del programma e di chi doveva vigilare è una svista, suppongo. Grave, ma una svista. A meno che - conclude in un post sui social - non si sia così in malafede e fessi da pensare che qualcuno potesse pensare di trarre un vantaggio dal promuovere la Decima MAS in prima serata su Rai1».

Montesano replica a Lucarelli mostrando la tessera del Psi, sullo sfondo il ritratto di Guevara
Montesano replica a Lucarelli mostrando la tessera del Psi, sullo sfondo il ritratto di Guevara

Le proteste e la richiesta di scuse

Tra i commenti, quello di Fiorella Mannoia: «Ma si, ora va bene tutto, divise naziste scambiate per travestimenti di carnevale, saluti romani, commemorazioni fasciste, faccette nere, che vuoi che sia un nostalgico attore con una maglietta della 10ma MAS. Pure te che vai a guardà».

Dura la presa di posizione del consigliere di amministrazione della Rai, Riccardo Laganà: «Sfugge il controllo editoriale quando si appalta a autori esterni e società di produzione. Pessimo messaggio su Rai1, irricevibile per il servizio pubblico. Ci vuole rispetto per cittadini e Costituzione; auspico seri provvedimenti ma troveranno solite carte a posto per giustificare».

«Montesano arringava i no Vax invitandoli a non pagare il canone Rai. Oggi prova a Ballando con le stelle con la maglietta della X MAS, nota per il collaborazionismo con i nazisti e la ferocia contro i partigiani. Una vergogna che offende le vittime della criminalità nazifascista e la Resistenza, radice della Repubblica. Attendiamo seri provvedimenti dalla Commissione parlamentare di vigilanza sui servizi radiotelevisivi». Lo scrive l’Anpi sui suoi social network.

Il presidente della Federazione nazionale della stampa, Giuseppe Giulietti, scrive su Twitter: «Qualcuno provi a presentarsi alla tv pubblica tedesca con i simboli #SS e poi ci faccia sapere». In tanti criticano l’attore, già finito al centro delle polemiche per le posizioni no vax, e ne chiedono l’esclusione dalla gara, ma puntano anche il dito contro il programma e la stessa Rai, «chi lo ha invitato e non controlla».