Il caso

Molestie in diretta tv, la Rai sospende Memo Remigi

A «Oggi è un altro giorno», venerdì scorso, ha fatto scivolare le mani sul fondoschiena di Jessica Morlacchi, voce dei Gazzosa
Jessica Morlacchi, Memo Remigi e il fotogramma della molestia in diretta tv
Jessica Morlacchi, Memo Remigi e il fotogramma della molestia in diretta tv
Jessica Morlacchi, Memo Remigi e il fotogramma della molestia in diretta tv
Jessica Morlacchi, Memo Remigi e il fotogramma della molestia in diretta tv

(ANSA) - ROMA, 27 OTT - L’assenza di Memo Remigi da lunedì a Oggi è un altro giorno su Rai1 non è passata inosservata e il caso si è ufficialmente aperto. Il cantautore è stato sospeso dopo le indiscrezioni lanciate da Dagospia, voce che trova conferma da fonti ufficiali di Viale Mazzini, e che è stata confermata in apertura di puntata da Serena Bortone: « Remigi non è qui perchè si è reso responsabile di un fatto che non può essere tollerato», ha detto la conduttrice.

Il riferimento è a l’episodio accaduto nella puntata di venerdì scorso, quando Remigi, 84 anni, ha fatto scivolare le mani sul fondoschiena di Jessica Morlacchi, voce dei Gazzosa, immagine ripresa in diretta tv.

Morlacchi Ha ricevuto l’immediata solidarietà di dirigenti e responsabili e del gruppo di lavoro, capitanato da Serena Bortone. «Una molestia», hanno tuonato i telespettatori sui social dove le immagini sono state postate al rallentatore da alcuni utenti facendo esplodere il caso, e ieri da Striscia la Notizia. Il video è stato mandato in onda nell’ultima puntata del tg satirico di Antonio Ricci, ieri. Venerdì 21 ottobre, alle 14, Serena Bortone aveva aperto il collegamento dallo studio di Oggi è un altro giorno per fare il consueto lancio con il cast degli «affetti stabili» sui temi della puntata. Le telecamere hanno stretto sul mezzo busto della conduttrice mentre sullo sfondo si intravedevano Memo Remigi e Jessica Morlacchi. All’occhio attento dei telespettatori non è sfuggita la mano del cantautore, che dal fianco della Morlacchi è scivolata sul fondoschiena di quest’ultima, che lo ha bloccato dandogli uno schiaffetto sulla mano e rimettendogliela a posto.