<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
San Pedro Huamelula

Messico, il sindaco «sposa» un coccodrillo in un rito propiziatorio

di SAL
La cerimonia si svolge ogni anno per buoni raccolti e pesca

La popolazione del piccolo villaggio messicano di San Pedro Huamelula, nello Stato di Oaxaca, si è riunita durante il fine settimana attorno al suo sindaco, Víctor Hugo Sosa García, che, in una festosa cerimonia di canti, balli e profusione di cibo, ha sposato un coccodrillo femmina di sette anni.

Il rito, ricorda il quotidiano El Heraldo de México, si chiama 'niña princesas' (la principessa bambina) e si celebra ogni anno per, come vuole la tradizione, far sì che 'Dio e la Madre Natura assicuri agli abitanti generosi raccolti e una sostanziosa pesca'. Cos' anche quest'anno, come avvenuto in passato, il coccodrillo femmina, con le mandibole ben chiuse da una robusta corda, è stato vestito con un candido abito da sposa, e affidato al primo cittadino.

Questi in corteo con la popolazione, e mostrando il suo amore con ripetuti baci sulla testa del rettile, si è incamminato verso il palazzo dove si è svolta la cerimonia nuziale. Al termine, il sindaco Sosa ha ringraziato tutti i partecipanti "per aver partecipato alla cerimonia (dell'etnìa Chontal), dedicata in particolare all'apostolo Pietro, che i nostri antenati hanno preservato fin dal 1789, e che ci hanno trasmesso con l'auspicio che a nostra volta possiamo consegnarlo integro alle future generazioni".

La ragione per cui ogni anno la cerimonia si ripete rigorosamente, spiegano gli abitanti, è che, se non venisse celebrata, molte disgrazie si potrebbero abbattere su Huamelula, (ANSA).

Suggerimenti