La classifica di Forbes

Le donne più influenti d'Italia. Francesca Michielin nella top 100

La graduatoria del successo stilata ogni anno da Forbes
Le donne più influenti d'Italia. Francesca Michielin nella top 100 con Giulia Putin e Arianna Alessi
Le donne più influenti d'Italia. Francesca Michielin nella top 100 con Giulia Putin e Arianna Alessi
Le donne più influenti d'Italia. Francesca Michielin nella top 100 con Giulia Putin e Arianna Alessi
Le donne più influenti d'Italia. Francesca Michielin nella top 100 con Giulia Putin e Arianna Alessi

Un programma tv (X Factor, dove è tornata da conduttrice undici anni dopo la vittoria), un fidanzato (Davide Spigarolo, osteopata e personal trainer) e un titolo prestigioso: l’inserimento tra le 100 donne più influenti dell’anno per “Forbes”.

Francesca Michielin è una delle 100 donne più influenti d'Italia

È un momento d'oro quello che sta vivendo Francesca Michielin. La cantante e musicista bassanese, al timone di X Factor dal 15 settembre, con i suoi 27 anni è una delle più giovani protagoniste della graduatoria del successo stilata annualmente da “Forbes”.

La giuria delle 100 donne top di "Forbes"

A comporla, una lunga lista di imprenditrici, ricercatrici, giornaliste, scrittrici, filantrope. Dalla supermodella e attivista Bianca Balti alla vicepresidente delle serie originali italiane di Netflix Eleonora Andreatta, passando per la fisica Alessandra Buonanno, la stilista Raffaella Curiel, la speaker radiofonica e presentatrice Andrea Delogu. Per il quinto anno consecutivo infatti, la rivista ha voluto rendere merito alle 100 figure professionali femminili che, nel 2022, si sono distinte nel campo dell'arte, della finanza, del lifestyle, della scienza e dello sport, “contribuendo alla crescita dell’Italia con impegno e capacità di leadership”, si legge tra le motivazioni dell'attestazione. 

 

Leggi anche
Francesca Michielin innamoratissima: scatti di coppia e abbracci con il bassanese Davide Spigarolo

 

Tra le top, Giulia Putin, chief purchasing manager di Serenissima Ristorazione

Donne selezionate dalla rivista per aver dato una spinta decisiva all’affermazione dell’italianità, ognuna a modo suo, con competenze, modalità, obiettivi differenti. Nello stesso ranking di Michielin infatti c’è anche l’unica manager del settore ristorazione collettiva presente nella classifica 2022, la vicentina Giulia Putin, chief purchasing manager di Serenissima Ristorazione. Classe 1979, laureata in Economia e Legislazione di Impresa alla Bocconi di Milano, Giulia rappresenta la seconda generazione della famiglia Putin, fondatrice e proprietaria dello storico Gruppo Serenissima Ristorazione. Un marchio che, a Vicenza, nel Veneto e in tutta Italia, è sinonimo stesso di mensa e che colloca l’azienda, fondata 35 anni fa da Mario Putin, ai vertici del settore.

Dai 200 pasti al giorno preparati tre decenni fa, oggi dalla linea di produzione ne vengono sfornati quotidianamente oltre 250 mila, grazie ad un team passato da 50 collaboratori a più di 10 mila ed un giro d’affari che, per il 2021, ha superato i 400 milioni di euro. Un elenco che racchiude dunque il meglio che la società italiana al femminile esprime.

Assieme a Michielin anche Arianna Alessi vicepresidente di OTB Foundation 

Assieme a Francesca Michielin – in radio con l’ultimo singolo “Occhi grandi grandi” - e Giulia Putin, tra le vicentine c’è un’altra collega illustre, la vicepresidente di OTB Foundation Arianna Alessi, che con la onlus del gruppo Only The Brave di Renzo Rosso ha avviato negli ultimi anni oltre 300 progetti solidali in tutto il mondo, raggiungendo una platea di 300 mila persone. Tra le iniziative benefiche spiccano l’azione ramificata in Afghanistan a sostegno degli orfani e della popolazione femminile ma anche gli aiuti ai profughi ucraini e il servizio “Mai più” contro la violenza sulle donne. 

Le altre donne influenti nominate da "Forbes"

Oltre alle venete, i nomi che “Forbes” ha voluto portare sotto i riflettori sono tanti e diversi, per professione, età, vocazione: c’è Cecilia Alemani, curatrice della Biennale Arte di Venezia e c'è Mirja Conia d'Asero, ceo de Il Sole 24 Ore. C’è Susanna Esposito, presidente Associazione mondiale per le malattie infettive e i disordini immunologici e c'è la presidente di Ance Giovani Angelica Donati. E poi volti noti come la comica Emanuela Fanelli, l'attrice Anna Foglietta, la giornalista, influencer e scrittrice Selvaggia Lucarelli. 

 

Giulia Armeni