<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
La polemica

Francesca Michielin, lite via social col chirurgo plastico dei vip

di Andrea Mason
Nel suo ultimo album una denuncia sociale col brano "Padova può ucciderti più di Milano". E blocca su twitter il chirurgo Roy De Vita
Francesca Michielin in concerto a Bassano CECCON
Francesca Michielin in concerto a Bassano CECCON
Francesca Michielin in concerto a Bassano CECCON
Francesca Michielin in concerto a Bassano CECCON

Uno, due e tre. L’artista bassanese Francesca Michielin in una manciata di ore è salita prima sul palcoscenico (reale) e parallelamente sul palco (virtuale) dei social calando una intrigante serie di prese di posizione, innescando discussioni e infine faccendo sobbalzare, calcisticamente parlando, i suoi fan.

 

In concerto con la maglia del Pordenone

Andiamo con ordine. Pantendo dalle ultime azioni artistiche. Francesca, reduce dal successo per la conduzione di X Factor, si è esibita sabato 25 in concerto all’auditorium Concordia di Pordenone, tappa del tour “Michielin10 a teatro”. Per omaggiare la città e il Pordenone calcio, come uno dei suoi simboli più iconici, che non dimentichiamo è tra gli avversari del Vicenza nella corsa per la promozione alla serie B, Michielin ha indossato per l’intera serata la maglia personalizzata dei ramarri “Michielin 10”, donatale dal club tempo fa.  Ha argomentato. «Per festeggiare questa sera il mio compleanno - le sue parole a inizio concerto – ho messo la maglia del Pordenone. Una città neroverde che si intona con i colori del mio nuovo progetto musicale (l’album Cani sciolti)».

Leggi anche
Francesca Michielin, dal 24 febbraio il nuovo album "Cani Sciolti"

Musica, allora

 

Padova può ucciderti più di Milano”. La terza traccia dell’ultimo album di Francesca Michielin - come riferisce il Mattino di Padova - è una denuncia sociale, che parla della città del Santo, ma un po’ di tutte le città medio grandi, la provincia che non sa di metropoli. La ventottenne cantautrice è tornata a vivere a Bassano dopo una parentesi a Milano. In corrispondenza del suo ritorno “a casa”, ha scritto “Padova può ucciderti più di Milano”: «Non voglio attaccare Padova, naturalmente, - ha spiegato - che amo, ma è una città che può fungere da metro di paragone per chi non è nato in una metropoli. La provincia è magica, ne vedo e ne riconosco i limiti, ma non vado via, non voglio scappare. I cani sciolti sono le persone dissidenti, quelle che non stanno al guinzaglio o alle regole. Io stessa sono un cane sciolto e lo sarò sempre, ma ho scelto di tornare a vivere e a scrivere qui perché in questi luogo mi sento sincera al cento per cento con me stessa e con la mia musica».

Leggi anche
Bonsoir! Dopo X Factor la Michielin fa 10 (anni) e riparte da casa sua

Contro i pregiudizi

Francesca - riporta il quotidiano padovano - ha scelto di cantare contro la società dei pregiudizi e del pressappochismo, in nome della libertà. Canta la Padova che «se non stai attento ti annebbia» e alla sua terra rivolge una supplica indignata: «Lasciami amare chi mi va. Tra semplicismo e semplicità». Una analisi che si fa sempre più dura. Fino ad addentrarsi nei luoghi sacri: «E chiami animale quello stesso Dio che poi preghi dall’altare. Perché dici in giro che siamo tutti uguali, se poi voti i razzisti ai consigli comunali? Dimmi, in chiesa che cosa reciti a memoria? Di un profugo straniero in una mangiatoia. Se non capisci lascia anche vuoto il tuo presepe, se sta cadendo un ponte è colpa delle crepe».

 

E infine lo scontro social

Roy De Vita, il famoso chirurgo plastico, che è stato compagno di Nancy Brilli per 15 anni, è stato bloccato su twitter in seguito a un commento sul tweet della cantante che annunciava l’uscita del suo ultimo album.  Sarebbe andata così. Michielin ha pubblicato una foto in cui annuncia l’uscita dell’album Cani sciolti. Tra le centinaia di commenti spicca quello del chirurgo: «Grandi notizie! Nel frattempo come va la resistenza?». Tanto è bastato per scatenare la reazione dei follower, che hanno trovato divertente il commento, e quella della diretta interessata, che ha provveduto a bloccare l’account di De Vita. Il chirurgo, a sua volta, ha pubblicato un tweet in cui ha affiancato alla foto di Michielin la foto del divieto ottenuto, commentando: «Hai detto che la resistenza stava iniziando. O no? Volevo solo sapere come stava», seguito da un’emoticon da clown. 

La spiegazione

Il riferimento di De Vita - spiega Italy 24 - è alle parole del cantante che avevano fatto molto discutere. All’indomani dell’esito elettorale del 25 settembre che ha visto vincitrice Giorgia Meloni, la Michielin si era sfogata sui suoi social dicendo “la mia resistenza inizia oggi”. Quella frase aveva fatto storcere il naso a molti, soprattutto per l’uso della parola “resistenza”. Michielin ha poi spiegato: «Quel tweet è stato interpretato male. Non mi riferivo alla Resistenza partigiana, ci mancherebbe, non me lo permetterei mai. In realtà molti miei colleghi hanno utilizzato il concetto di resistenza, dal Rappresentante di Lista al Coma Cose: è uno stile di vita nonostante i tempi forse non siano molto facili». 

Suggerimenti