Il caso

Finti vaccini, Giorgi rompe il silenzio: «Sono in regola». Madame a Sanremo? Amadeus tira dritto

La tennista, impegnata agli Australian Open, parla per la prima volta dell'inchiesta che la vede indagata. E "Ama" ribadisce la sua posizione sulla cantante vicentina.
A sinistra la vicentina Francesca Calearo, in arte Madame; a destra la tennista marchigiana Camila Giorgi
A sinistra la vicentina Francesca Calearo, in arte Madame; a destra la tennista marchigiana Camila Giorgi
A sinistra la vicentina Francesca Calearo, in arte Madame; a destra la tennista marchigiana Camila Giorgi
A sinistra la vicentina Francesca Calearo, in arte Madame; a destra la tennista marchigiana Camila Giorgi

«Sono tranquilla, ho fatto tutti i vaccini». Camila Giorgi rompe il silenzio sul suo coinvolgimento (insieme alla cantante vicentina Madame) nell'inchiesta sul presunto maxi giro di finti vaccini per ottenere il green pass.

Giorgi e i rapporti con la dottoressa Tecioiu

E lo ha fatto in conferenza stampa dopo aver travolto con un netto 6-0, 6-1 la russa Pavlyuchenkova nel primo turno degli Australian Open, incalzata dalle domande dei giornalisti in merito alle vaccinazioni e al suo presunto legame con la dottoressa Daniela Grillone Tecioiu, che ha lo studio in via Sella, a Vicenza. «C’è chi ha parlato prima di conoscere la situazione. Ci sono delle indagini in corso sulla dottoressa, lei ha avuto problemi con la legge negli ultimi anni. Io ho fatto tutti i miei vaccini, in posti diversi. Quindi il problema è suo non mio. Sono tranquilla, altrimenti non avrei potuto giocare come ho fatto», le sue dichiarazioni in conferenza stampa riportate da Supertennis.

Alla domanda se avesse utilizzato anche i documenti forniti da quella dottoressa per entrare in Australia ha risposto serenamente: «Certo, altrimenti non sarei qui. Ho sempre fatto tutto quello che era richiesto da Governo australiano, come negli anni passati». Giorgi ha ammesso di essere stata vaccinata dalla dottoressa accusata di aver emesso certificati falsi «una volta, le altre vaccinazioni le ho ricevute in altri posti». 

Leggi anche
«Finti vaccini Covid». Così il green pass si otteneva senza togliersi il cappotto o a distanza

Madame e Sanremo, parla Amadeus

«Su Madame non cambia nulla rispetto alle mie ultime dichiarazioni. Io la valuto come cantante e non anticipo le decisioni della magistratura. Sarebbe un gravissimo errore se io estromettessi Madame. Quando ci sarà la sentenza, si vedrà». Lo ha detto Amadeus durante gli ascolti dei brani in gara al festival di Sanremo riservati come di consueto agli addetti ai lavori.

«La posizione giuridica di Madame è quella di indagata, al momento - ha aggiunto Stefano Coletta, direttore dell’intrattenimento del prime time -. Nei casi di Enrico Montesano e Memo Remigi le immagini parlavano da sole: è stato riscontrato il mancato rispetto del pubblico e dei criteri fondativi del servizio pubblico. Noi non sappiamo come sono andate le cose per Madame, negli altri casi ci sono prove evidenti».

Leggi anche
Madame indagata per falso green pass, Sanremo in bilico?

Incidente probatorio il 30 gennaio

Si terrà lunedì 30 gennaio in Tribunale a Vicenza l’incidente probatorio tra il medico vicentino Daniela Grillone Tecioiu e le 24 persone indagate nella maxi inchiesta condotta dalla procura di Vicenza sulle false vaccinazioni per ottenere il green pass. Un’indagine che si compone di numeri giganteschi, tra intercettazioni, audio e video, e che nella lista degli indagati, come riportato nella notizia data in esclusiva da Il Giornale di Vicenza, figurano anche la tennista marchigiana Camila Giorgi e la cantante di Creazzo Francesca Calearo, in arte Madame. Con loro ci sono anche diversi medici e infermieri. Nel corso del confronto tra il medico e gli indagati si cercherà di fare chiarezza sulla vicenda che presenta ancora molti aspetti da chiarire.

Cliccando sul tasto “Abbonati” potrai sottoscrivere un abbonamento a L'Arena e navigare sul sito senza accettare i cookie di profilazione.

Se preferisci invece continuare ad avere accesso gratuito a parte dei contenuti del sito, sostenendo comunque il lavoro dei giornalisti, tecnici e grafici de L'Arena, accetta i cookie di profilazione cliccando "Accetta e continua": ti verranno mostrati annunci pubblicitari in linea con i tuoi interessi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy.

Abbonati