PROTAGONISTI

Ambra, ritorno alla canzone: per i 30 anni di carriera duetta con Tiziano Ferro

In giuria a XFactor, la Angiolini ha inciso un duetto nel nuovo album di Ferro. Dal talent a un disco cui contribuiscono Sting e Vecchioni
Ambra Angiolini e Tiziano Ferro: la prima torna a cantare nel disco del cantautore di Latina
Ambra Angiolini e Tiziano Ferro: la prima torna a cantare nel disco del cantautore di Latina
Ambra Angiolini e Tiziano Ferro: la prima torna a cantare nel disco del cantautore di Latina
Ambra Angiolini e Tiziano Ferro: la prima torna a cantare nel disco del cantautore di Latina

Vincere è difficile, ripetersi lo è di più. Che dire allora di chi ci riesce ormai da trent’anni? Erano i primi ’90, siamo nel 2022. Oggi come allora, Ambra Angiolini è un’icona pop. Destinata a far parlare di sé (condanna e privilegio che tocca a tutti i big, da Fiorello ai Måneskin) proprio perché sempre sulla cresta dell’onda. Dove il vento tira forte, ma la meta si vede più chiaramente. E così quest’anno, dopo il successo della serie «Le fate ignoranti» (Nastro d’Argento) e delle trasmissioni quotidiane su Radio Capital, il trentennale si festeggia con tanta musica. Prima la conduzione del Concertone del Primo Maggio (una tradizione dal 2018), poi l’ingresso nella giuria di X Factor insieme a Fedez, Rkomi e Dargen D’Amico (stasera su Sky l’ultima selezione dei Bootcamp, con i bresciani Gemini Blue in pista a caccia della qualificazione). E adesso il featuring nell’atteso nuovo album di Tiziano Ferro (uscirà l’11 novembre). Il ritorno alla musica a tutto tondo è stato annunciato con una serata evento al DI4 a Milano, con l’inno so nineties «T’appartengo» (un must d’innumerevoli party nei club di tutta Italia, dove a livello di hit per impatto in pista se la gioca nello stesso campionato di Raffaella Carrà e Britney Spears) riproposto in versione rivisitata.

Un disco cui contribuiscono Sting, Vecchioni, Caparezza e thasup

Era il 2001 quando Angiolini lasciò la musica per dedicarsi alla recitazione, affrancandosi dall’immagine di teen-idol che le era stata cucita addosso: scelta vincente, ma che non preclude ritorni alle origini. La poliedricità è una cifra affinata dall’esperienza: nei suoi trent’anni di carriera l’attrice-conduttrice-cantante ha spaziato dagli inizi a «Non è la Rai» ai successi al cinema, in televisione e a teatro. Non a caso Tiziano Ferro l’ha voluta per un duetto nel suo nuovo disco «Il mondo è nostro», con il brano «Ambra/Tiziano». E non è male, come rientro, far parte di un album che vede la partecipazione di autentici big di ieri e di oggi: dall’inossidabile Sting al fenomeno di trap e dintorni thasup, dall’inafferrabile Caparezza al professore Roberto Vecchioni (come Ambra bresciano adottivo).

«Nel 2001 pubblicava Xdono e mi ringraziava, nel 2021 mi ha "salvato" ancora in musica»

Una nuova occasione, la collaborazione con Tiziano Ferro, al quale Ambra ha riservato parole colme di gratitudine: «La canzone che mi sono dedicata nel 2001 si chiamava "Xdono" e lui era un giovane talentuosissimo che mi ringraziava nel disco, non ci conoscevamo - ha ricordato -. Da quel momento è iniziata la mia altra vita, quella dove ho scalato la mia “montagna” e non quella degli altri. Nel 2021 arriva sempre lui e mi “salva” in musica … Ambra e Tiziano. Grazie per l’amore gratis».• © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gian Paolo Laffranchi

Cliccando sul tasto “Abbonati” potrai sottoscrivere un abbonamento a L'Arena e navigare sul sito senza accettare i cookie di profilazione.

Se preferisci invece continuare ad avere accesso gratuito a parte dei contenuti del sito, sostenendo comunque il lavoro dei giornalisti, tecnici e grafici de L'Arena, accetta i cookie di profilazione cliccando "Accetta e continua": ti verranno mostrati annunci pubblicitari in linea con i tuoi interessi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy.

Abbonati