«Voglio seguire mio figlio». Sinéad O'Connor ricoverata in ospedale

Sinéad O'Connor è ricoverata in ospedale. La cantante di Nothing Compares 2 U è stata ammessa giovedì notte per ricevere aiuto dopo una serie di tweet in cui faceva riferimento alla possibilità di togliersi la vita così da seguire suo figlio, trovato morto una settimana fa a soli 17
anni.
 Lo riportano i media americani. «Ho deciso di seguire mio figlio. Non c’è motivo di vivere senza di lui. Tutto quello che tocco lo rovino», ha twittato la cantante da un account Twitter non verificato ma legato al suo account ufficiale. Un’ora dopo questo tweet O'Connor si è scusata e ha rassicurato i suoi fan: «Scusate, non avrei dovuto dirlo. Sono con la polizia diretta in ospedale. Sono persa senza mio figlio e mi odio. L’ospedale mi aiuterà per un po'». Sinéad O'Connor non ha mai nascosto in passato di soffrire di disturbi mentali e di aver avuto pensieri suicidi.

Leggi anche
Morto il figlio diciassettenne di Sinéad O'Connor: «Il mio Shane, sarai sempre la mia luce»