<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Inaugurazione

Al Cerris una nuova palestra della salute: è la prima pubblica della Regione

È destinata agli ospiti della struttura e a pazienti esterni con patologie croniche che presentano disturbi motori, in particolare quelli affetti da malattie neurodegenerative, come la malattia di Parkinson
Inaugurazione della palestra della salute al Cerris di Verona
Inaugurazione della palestra della salute al Cerris di Verona
Palestra Cerris (Marchiori)

È stata inaugurata oggi al Cerris di Verona la “Palestra della Salute” destinata agli ospiti della struttura e a pazienti esterni con patologie croniche che presentano disturbi motori, in particolare quelli affetti da malattie neurodegenerative, come la malattia di Parkinson. Si tratta della prima pubblica del Veneto.

Le Palestre della Salute, istituite dalla Regione Veneto nel 2015, sono strutture idonee ad accogliere cittadini con patologie croniche o disabilità motorie nello svolgimento di programmi di esercizio fisico prescritti dal medico. Non si tratta, quindi, di attività riabilitativa, ma della possibilità di fare attività fisica tarata sulle proprie condizioni e idonea a ottimizzarne i benefici in termini di salute, minimizzando i possibili rischi.

La struttura

La Palestra della Salute al Cerris è stata ristrutturata e dotata di nuove attrezzature per svolgere esercizi fisici, come un tapis roulant e delle ciclette, grazie a un progetto condiviso tra la UOSD Cerris Marzana e la UOSD Attività Motoria dell’ULSS 9 Scaligera. La condivisione di risorse sia in senso progettuale che economico delle due Unità operative, sostenute dalla Direzione Aziendale, ha reso possibile la realizzazione di un servizio a vocazione sociale rivolto a persone con malattie neurovegetative.

Grazie alla sua posizione al piano terreno, con ingressi separati tra gli ospiti residenti e gli ospiti esterni, la Palestra, dalla superficie di 107 metri quadrati, facilita l’allenamento, alternando attività al coperto e nel giardino esterno, dove è stato predisposto anche un percorso pedonale con segnaletica. La Palestra risulta funzionale in particolare per persone con problematiche motorie o cognitive che richiedano un’attenzione particolare, ma anche per i pazienti che necessitino di un inserimento più graduale nell’attività motoria di gruppo.

I pazienti con malattie neurovegetative vengono inviati all’ambulatorio di UOSD Attività Motoria, dove vengono sottoposti a valutazione e, se idonei, accedono alla palestra del Cerris per svolgere attività individuale o in piccoli gruppi, e sono seguiti dal Dr. Emanuele Puccio, specialista Laureato in Scienze Motorie.

La cerimonia

Alla cerimonia erano presenti il Direttore Generale dell’ULSS 9 Scaligera, Dott. Pietro Girardi, il Direttore dei Servizi Socio Sanitari, Dott. Raffaele grottola, il Presidente della Conferenza dei Sindaci dell’ULSS 9 e Assessore ai Servizi Sociali di Verona, Dott. Luisa Ceni, il Direttore dell’UOSD Cerris-Marzana, Dr.ssa Ebba Buffone, e il Direttore dell’UOSD Attività Motoria, Dr. Giampaolo Fraccaroli.

«Grazie a questo importante progetto regionale - spiega la Dr.ssa Ebba Buffone - la nostra palestra apre ai cittadini per offrire un servizio dalla vocazione prettamente sociale, che va incontro ai bisogni delle famiglie. Un’attività motoria costante è infatti fondamentale per le persone affetti da malattie neurodegenerative e qui al Cerris sarà possibile svolgerla in un ambiente adeguato e seguiti da specialisti».

«La nostra missione - aggiunge il Dr. Giampaolo Fraccaroli - è di essere di supporto a chi ne ha bisogno con lo strumento del movimento. Ringrazio la Direzione strategica aziendale che ha creduto in questo progetto e ha reso possibile la realizzazione della prima palestra pubblica certificata della Regione Veneto, che mira a diventare centro di riferimento provinciale».

«Quella di oggi è una tappa importante in un percorso più ampio - illustra il Direttore Generale dell’ULSS 9, Pietro Girardi - che coniuga l’aspetto sociale con quello della salute, per far sì che tutti possano accedere a questo servizio e mantenersi autonomi e sani il più a lungo possibile».

«Ciò che più ci interessa dal punto di vista sociale - rimarca Raffaele Grottola, Direttore dei Servizi Socio Sanitari - è il collegamento tra il Cerris e la città di Verona, per far conoscere di più questo centro, creando nuove relazioni con associazioni, gruppi, singole persone. Proprio per questo la Palestra della Salute è molto importante, un primo passo in un nuovo percorso».

«Sono molto grata per l’attivazione di questo servizio - commenta Luisa Ceni, Presidente della Conferenza dei Sindaci dell’ULSS 9 e Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Verona - che rappresenta un’occasione in più per certe fasce della popolazione che non riescono ad accedere a certi servizi a pagamento. Una boccata d’ossigeno per tante famiglie, che mi auguro possa essere replicata anche in altre realtà».

 

Suggerimenti