La circolare

Vaccino contro il Covid e antinfluenzale insieme, c'è il via libera

Covid: oltre 3 milioni di over 50 sfuggono ancora al vaccino

Via libera alla somministrazione concomitante del vaccino Covid-19 e del vaccino antinfluenzale. Lo prevede la bozza di circolare inviata a enti e Regioni dal ministero della Salute. «Sarà possibile programmare - si legge - la somministrazione dei due vaccini nella medesima seduta vaccinale». 

«In considerazione dell’avvicinarsi della campagna di vaccinazione anti-influenzale - si legge nel documento firmata dal direttore della Prevenzione del ministero della Salute Giovanni Rezza, dal direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco Aifa Nicola Magrini, dal presidente dell’Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro e dal presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli - è possibile che alcune categorie di soggetti per le quali la vaccinazione antinfluenzale stagionale è raccomandata e offerta attivamente e gratuitamente siano allo stesso tempo eleggibili per la vaccinazione antiSARS-CoV-2/COVID-19 (es. gruppi target della dose addizionale o booster, persone over 60 non ancora vaccinate, etc). Sebbene nelle schede tecniche dei vaccini autorizzati da EMA non siano presenti, ad oggi, indicazioni relative alla loro somministrazione concomitante con altri vaccini, tenuto conto delle attuali indicazioni espresse dalle principali autorità di Sanità Pubblica internazionali e relativi Comitati Consultivi e dei dati preliminari relativi alla co-somministrazione, sarà possibile programmare la somministrazione dei due vaccini, nel rispetto delle norme di buona pratica vaccinale, nella medesima seduta vaccinale, fermo restando che una eventuale mancanza di disponibilità di uno dei due vaccini non venga utilizzata come motivo per procrastinare la somministrazione dell’altro».

 

I DATI COVID DI OGGI - Sono 3.312 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 3.405. Sono invece 25 le vittime in un giorno, ieri (52).  Gli attualmente positivi al Covid in Italia sono 92.749, con un calo di 903 nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Dall'inizio della pandemia i casi sono 4.679.067, i morti 130.998. I dimessi e i guariti sono invece 4.455.320, con un incremento di 4.187 rispetto a ieri. Sono 355.896 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 293.469. Il tasso di positività è in calo allo 0,93%.

 

REPORT VACCINAZIONI ISS - Si conferma molto alta l’efficacia della vaccinazione completa anti-Covid. Nel prevenire l’infezione è pari al 77,2%; nel prevenire l’ospedalizzazione è del 92,6% e nel prevenire le terapie intensive ed i decessi è del 94,9%. Il dato emerge dal Report esteso di sorveglianza dell’Istituto superiore di sanità, che completa il monitoraggio settimanale.

Guardando alla varie fasce d'età, l'efficacia nel prevenire l'infezione viaggia dal 72,6% all'85,8% negli over 80. Per non parlare della prevenzione dei ricoveri in terapia intensiva che sale al 96,1% in fascia 40-59 anni. Per quanto riguarda i decessi la stima generale di efficacia vaccinale nel prevenirli è al 94,8%. Nelle ultime due settimane, per la popolazione con età inferiore ai 12 anni la decrescita dell’incidenza dei casi di Covid-19 ha iniziato a rallentare mentre decresce più rapidamente nel resto della popolazione. Inoltre, sebbene il dato non sia consolidato, nelle ultime due settimane più del 60% dei casi diagnosticati nella fascia di età 0-19 anni si è osservata nei soggetti con età inferiore ai 12 anni.

Stabile il numero di casi di Covid-19 tra gli operatori sanitari e anche l’età mediana dei soggetti che hanno contratto il virus (39 anni) negli ultimi 14 giorni.

 

Suggerimenti