Legnago

Nuova risonanza magnetica al Mater Salutis, investimento da oltre un milione. «Maggiore comfort per i pazienti claustrofobici»

Il Mater Salutis di Legnago
Il Mater Salutis di Legnago
Il Mater Salutis di Legnago
Il Mater Salutis di Legnago

Nuova risonanza magnetica all’ospedale Mater Salutis di Legnago. Il costo del nuovo macchinario a disposizione dell’Unità operativa complessa di Radiologia, diretta del dottor Giulio Cesaro, è di 700mila euro, mentre i lavori di allestimento e installazione verranno a costare 380mila euro.

«Questa nuova dotazione all’avanguardia - spiega Cesaro - permetterà di migliorare significativamente del comfort dei pazienti, soprattutto quelli claustrofobici, utilizzerà le nuove tecnologie in essere con un notevole incremento dello standard qualitativo, in linea con lo stato dell’arte attuale. Con questa nuova dotazione – aggiunge - si potrà finalmente studiare la patologia prostatica, amplierà lo studio del cuore e del sistema nervoso centrale con nuovi protocolli». «L’investimento per la nuova Risonanza Magnetica del Mater Salutis – commenta il Direttore Generale dell’ULSS 9 Scaligera, il dottor Pietro Girardi – rappresenta un nuovo importante tassello nel processo di rinnovamento del parco tecnologico diagnostico-strumentale portato avanti da questa Direzione in tutte le strutture ospedaliere e territoriali».

L’installazione della nuova risonanza magnetica verrà completata entro la terza settimana di luglio, dopodiché inizierà l’addestramento del personale all’utilizzo della strumentazione, che entrerà in attività a partire dall’8 agosto prossimo.