Movember in pieno svolgimento

Vedete in giro più persone con i baffi del solito? C'è un motivo (ed è un buon motivo)

In tutto il mondo a novembre si sensibilizza con iniziative dedicate, e il baffo «simbolico» sui tumori prettamente maschili
L'associazione Anymaul promuove gli eventi legati a Movember a Verona
L'associazione Anymaul promuove gli eventi legati a Movember a Verona
L'associazione Anymaul promuove gli eventi legati a Movember a Verona
L'associazione Anymaul promuove gli eventi legati a Movember a Verona

Il Movember è in pieno svolgimento. Il “mese coi baffi”, che unisce “moustache” e “november”, è un movimento mondiale nato per sensibilizzare e informare su problematiche che colpiscono il mondo maschile, in particolare tumore alla prostata, al testicolo e salute mentale.

 

Baffo, sport e... birra

Con il baffo di rappresentanza, e con un boccale di birra. Speciale, perché parte del ricavato viene devoluto per la ricerca e la lotta contro queste patologie. Un mese di informazione, prevenzione e raccolta fondi che a Verona è organizzato dall’associazione Anymaul.

Lo sport è in prima linea: aderiscono le realtà ovali veronesi, dal Valpolicella al Verona Rugby, dal West Verona alla Scaligera. In più, c’è il sostegno del Cus Verona in ambito sportivo e universitario, oltre a quello di Lilt Verona, Malpelo Barber Culture Club, Omni Beer, Dark Moto Studio e Pixel Verona.

 

Gli eventi del 2022

Si parte il 19 novembre, nella club house della Scaligera Rugby Verona, allo stadio Gavagnin, con un pomeriggio di rugby, stand di t-shirt e aperitivo-cena con birra Movember.

Il giorno dopo, al Payanini Center, andrà in scena Verona Rugby–Patavium, e durante il terzo tempo ci sarà spazio per Movember, attraverso merchandising e la consegna delle copie dei tabelloni “giuoco del rugby o pallone ovale” autografati dalla Nazionale azzurra.

La settimana successiva, il 27 novembre, si va a San Pietro in Cariano, per il match Valpolicella-Patavium, con un momento di hospitality pre partita, e lo stand di Movember presente con le maglie ufficiali durante gara e terzo tempo.

Anche il West Verona Rugby sarà presto coinvolto, con iniziative che verranno definite nei prossimi giorni.

 

Gli eventi non si fermano ai campi da rugby: per tutto il mese di novembre, presso i locali partner di Movember (sono dieci, sparsi per tutta la città), sarà possibile bere la Birra Movember e sostenere la ricerca. Si stanno inoltre svolgendo delle conferenze nelle scuole superiori, con esperti di andrologia, urologia e psicologia, coordinati dalla prof.ssa Maria Angela Cerruto, referente del Dipartimento di Scienze Chirurgiche Odontostomatologiche e Materno-Infantili Università di Verona, e visite specialistiche gratuite presso l’ambulatorio Lilt. Tutte le informazioni utili, i locali aderenti e i contatti sulle pagine social di Movember Verona.

 

Francesca Castagna