<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
La consegna

Un elettrocardiografo per gli anziani della casa di cura di Malcesine

È stato consegnato in comodato gratuito dal reparto di cardiologia dell'ospedale Magalini di Villafranca
Il cardioecografo di Malcesine
Il cardioecografo di Malcesine
Elettrocardiografo Malcesine

Alla casa di cura Toblini di Malcesine è stato consegnato un elettrocardiografo, in comodato gratuito dal reparto di cardiologia dell'ospedale Magalini di Villafranca. Lo strumento permette di registrare l'attività elettrica del cuore e che consente di valutare lo stato di salute generale dei pazienti, coprendo diverse routine interne.

I dati verranno gestiti da un punto di vista diagnostico dal distretto 4 dell'Ulss 9 Scaligera. L'apparecchio medico consentirà in particolare di monitorare le condizioni dei pazienti dell'rsa malcesinese, per lo più anziani e spesso affetti da diverse patologie, e di verificare con maggior efficienza se l'ospite della struttura sanitaria dell'alto Garda ha necessità o meno di cure più approfondite al di fuori della Toblini stessa.

Monitoraggio e consulenza

«In questo modo», ha spiegato Mauro Montana, presidente della casa di cura gardesana, «saremo in grado non solo di monitorare meglio i nostri ospiti ma anche di consultarci con altri specialisti se sia il caso o meno di spostare i pazienti in altre strutture sanitarie, che sono distanti da Malcesine almeno 40-50 chilometri. Questo ci consentirà di diminuire gli spostamenti, che avvengono con le ambulanze».

Alla consegna dell'apparecchio medico erano presenti tra gli altri, oltre allo stesso presidente Montana, Roberto Trappolin, cardiologo dirigente medico dell'Ulss 9 Scaligera, Francesco Zantedeschi, direttore della Toblini e la dottoressa Marisa Dalla Libera, medico della struttura melsinea. 

Emanuele Zanini

Suggerimenti