Al Centro Servizi Città di Verona

Fermata Alzheimer, un visore virtuale per sperimentare la malattia

Fa tappa in città il tour che porta in giro per l’Italia eventi per sensibilizzare la popolazione sulle demenze. Oltre a informazioni e strumenti per i familiari, il tour offrirà anche visite specialistiche con neurologi
Il percorso sensoriale con i visori per sperimentare la malattia
Il percorso sensoriale con i visori per sperimentare la malattia
Il percorso sensoriale con i visori per sperimentare la malattia
Il percorso sensoriale con i visori per sperimentare la malattia

Fa tappa giovedì 29 settembre al Centro Servizi Città di Verona del capoluogo scaligero il tour di sensibilizzazione Fermata Alzheimer 2022 di Korian, organizzato per celebrare la Giornata Mondiale dell’Alzheimer e sensibilizzare sulle demenze e in particolare dalla sindrome di Alzheimer. Giunto alla 4a edizione, quest’anno il tour fa tappa in dieci città italiane da Nord a Sud percorrendo oltre 1.000 km con eventi, attività, iniziative e un esclusivo percorso sensoriale tramite visori per la realtà virtuale in grado di far sperimentare sensazioni ed emozioni di chi è affetto da questa malattia.

Il programma della giornata

Presso la struttura scaligera professionisti Korian forniranno supporto, daranno informazioni e illustreranno le terapie alternative più all’avanguardia per contrastare la demenza senile. Fermata Alzheimer si presenta anche quest’anno come un modo per fermarsi a riflettere, tappa dopo tappa, e percorrere insieme la strada della sensibilizzazione su patologie che non tendono ad arrestare la loro diffusione.

Nel corso della giornata, presso il Centro Servizi Città di Verona, professionisti del settore saranno a disposizione per colloqui personali per fornire supporto ed indicazioni inerenti alla gestione del proprio familiare affetto da decadimento cognitivo e per promuovere, per quanto possibile, una condizione di benessere a livello assistenziale e relazionale. È possibile prenotare il colloquio al numero 045/8901141 o tramite mail info.cittadiverona@korian.it

In Italia oltre 600mila pazienti

Secondo i dati di Airalzh (Associazione Italiana Ricerca Alzheimer Onlus), infatti, nel mondo sono oltre 50 milioni le persone affette da demenze (in Italia oltre 1 milione e 400 mila), di cui il 60% - 70% da sindrome di Alzheimer (in Italia oltre 600mila). Al di là dei numeri, l’Alzheimer è una patologia il cui impatto si moltiplica se si considerano anche gli effetti che ha su tutte le persone vicine al paziente.

«Siamo entusiasti di portare anche quest’anno in giro per l’Italia il tour Fermata Alzheimer, con l’obiettivo di far parlare sempre più delle demenze», dichiara Federico Guidoni, Presidente e CEO Korian Italia. «Vogliamo mettere a disposizione di tutti i caregiver un supporto concreto e specialistico su come affrontare la malattia e come relazionarsi con il paziente, il tutto sfruttando il know-how sviluppato da Korian e dai suoi partner qualificati. Vogliamo che chi si trova a fronteggiare la demenza sappia che non è solo e che in Korian può trovare un sostegno concreto per combattere il senso di spaesamento dovuto al primo contatto con queste patologie», ha concluso Guidoni. Korian offre assistenza a tutti i propri pazienti basandosi su un approccio che prende il nome di «Positive Care», metodologia che ha sviluppato oltre 15 anni fa per supportare i propri pazienti ispirandosi alla neuropsichiatra e educatrice Maria Montessori.

Per le forme di Alzheimer e di demenza grave, Korian dispone inoltre in Italia di 31 centri specializzati. In tutte queste strutture vengono offerte ai malati di Alzheimer le condizioni necessarie di tutela e gli stimoli riabilitativi adeguati alle loro compromesse capacità cognitive e funzionali attraverso specifici progetti di terapia non farmacologica, uno dei punti cardine della Positive Care.