<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
La ricerca

Con l'età aumenta anche la spesa per cosmetici e benessere

di Francesca Lorandi
Il 45% conferma livelli di spesa elevati. E piace la vendita a domicilio: 7,4 milioni di acquirenti nel 2023. Just Italia di Grezzana in piena crescita
Il mercato della cosmesi per le persone anziane è in crescita
Il mercato della cosmesi per le persone anziane è in crescita
Il mercato della cosmesi per le persone anziane è in crescita
Il mercato della cosmesi per le persone anziane è in crescita

Nel 2031 ci saranno 3 milioni in più di over 55 in Italia mentre gli under 55 saranno 4,6 milioni in meno, con un impatto significativo anche sulla composizione dei nuclei familiari.

Lo ha rilevato una rielaborazione di GfK Niq su dati Istat: la società di ricerca ha realizzato anche un’indagine sui consumatori di cosmetici a domicilio, rilevando come l’aumento dell’età porterebbe con sé anche una maggiore propensione a spendere per il benessere, la cura di sé e la cosmesi. Il 74% degli intervistati ha dichiarato, infatti, che intende mantenere o aumentare la spesa per il beauty care, mentre il 50% sostiene che l'aumento dei prezzi non avrebbe alcun impatto sulla spesa di prodotti per la cura della persona.

Sul fronte dei prodotti, i consumatori italiani hanno dichiarato di utilizzarne in media 8-9, e ben il 45% conferma livelli di spesa piuttosto elevati.

I numeri sono stati presentati nei giorni scorsi all’evento «Empowerment femminile e differenziale competitivo» organizzato per i quarant’anni di Just Italia, l’azienda di Grezzana specializzata nella vendita a domicilio dei prodotti Just. La ricerca si è focalizzata proprio su questo settore che, nel 2023, ha coinvolto 7,4 milioni di acquirenti nel Paese: punti di forza sembrano essere la possibilità di provare i prodotti e di conoscerne di nuovi (18-19%), una migliore esperienza di acquisto (17%) e la possibilità di avere informazioni esaustive (15%). Dati che spiegano la crescita dell’azienda che ha raggiunto i 145 milioni di fatturato nel 2023, al vertice nel mercato italiano della vendita diretta a domicilio di cosmetici.

Un ruolo anche sociale quello dell’azienda. Luca Quaratino, docente di Organizzazione aziendale e gestione Risorse Umane all’Università Iulm di Milano, intervenendo all’evento ha sottolineato come le organizzazioni di vendita diretta hanno giocato e giocano un ruolo «distintivo» perché propongono un modello organizzativo che può essere definito «femminile», basato su relazioni cooperative, approccio intuitivo nella gestione, logiche partecipative. «Nella vendita diretta le donne hanno maggiori opportunità di giocare la propria partita e di esprimere il proprio potenziale, rendendo l’ambiente di lavoro “fertile” e aperto all’inclusione lavorativa», ha aggiunto.

A testimonianza, anche i dati di Just Italia, dove il 94% dei 27mila consulenti incaricati alla vendita diretta a domicilio è costituito da donne, con il 55% di età compresa fra 41 e 60 anni.

Suggerimenti