SALONE DI GINEVRA

Dall’Audi A3 alla
Panda un trionfo
per le ibride

Una panoramica di un padiglione del Salone dell’auto di Ginevra: la manifestazione deve registrare numerose assenze illustri
Una panoramica di un padiglione del Salone dell’auto di Ginevra: la manifestazione deve registrare numerose assenze illustri

È scattato il conto alla rovescia dell’edizione 2020 del salone di Ginevra, in programma dal 5 al 15 marzo. Si tratta di una delle kermesse dedicate al mondo dell’auto più importanti e attese a livello europeo. Sono oltre 150 gli espositori che hanno annunciato la loro partecipazione: dai grandi costruttori ad ambiziose start-up nel campo della tecnologia. In un padiglione inoltre sarà allestito un mini circuito dove i visitatori potrà testare una cinquantina di auto elettriche e ibride. Tuttavia non mancano le defezioni di case automobilistiche di primo piano come Peugeot, Citroen, Opel, Ford, Jaguar-Land Rover, Lamborghini, Mini, Nissan, Mitsubishi, Subaru, Volvo e la Tesla. Questione di costi ma anche di appeal. Nonostante le assenze, sono diverse le novità, molte delle quali «green». Una delle auto più attese è il debutto della quarta generazione della Audi A3. La vettura tedesca dovrebbe essere proposta anche in una versione ibrida. Molte delle caratteristiche tecniche sono condivise con le cugine Volkswagen Golf, giunta all’ottavo capitolo della sua storia, e la nuovissima Seat Leon, in vetrina nell’evento ginevrino. Bmw punterà sugli ultimi modelli elettrificati, a partire da quelli plug-in della X1 e X2. Sotto i riflettori ci sarà senz’altro anche il concept i4 da cui prenderà ispirazione la nuova omonima berlina elettrica attesa per il 2021. Il gruppo Fca porterà da una parte la 500 e Panda ibride, in attesa del debutto della 500 elettrica a fine anno. Per Jeep invece riflettori puntati su Renegade e Compass in versione plug-in. In casa Honda l’attenzione si concentrerà sulla citycar elettrica «e» oltre alla Jazz in versione ibrida. Per Hyundai il salone svizzero sarà l’occasione per togliere i veli alle nuove i20 e i30 oltre al concept elettrico Prophecy, che dovrebbe anticipare il filone estetico su cui si baseranno i futuri modelli della casa coreana. Kia ha deciso di portare a Ginevra la nuova Sorento, suv completamente rivisto nell’estetica e nella dotazione tecnologica con innovative soluzioni anche sotto l’aspetto della sicurezza. Lexus porterà nuove soluzioni tecnologiche come gli specchietti virtuali, oltre al primo suv 100 per cento elettrico, l'UX 300e. Allo stand Mazda fari puntati su MX-30, un suv compatto a zero emissioni pensato soprattutto per il contesto urbano, oltre che sui modelli dotati della nuova motorizzazione mild hybrid. Pure Mercedes arriverà con nuovi modelli, a partire dall’atteso restyling della classe E, che promette, oltre ad una rivisitazione del design, pure un aggiornamento dei motori e del sistema infotainment Mbux. Spazio anche alla nuova Gla. Renault avrà come fiore all’occhiello la tecnologia ibrida e-Tech, montata sulle nuove Clio e Captur. Non è esclusa l’anteprima della Twingo Z.E, 100 per cento elettrica. Skoda arriverà al salone con le ultime novità, a partire dalla sportiva Octavia Rs IV con motore ibrido plug-in, e la Kamiq Scoutline, pensato anche per il fuoristrada. Toyota presenterà in anteprima mondiale un B Suv (vedi articolo a fianco), mentre Volkswagen porterà in particolare le ultime versioni della nuovissima Golf, le sportive GTI e GTD. Potrebbe fare la sua comparsa pure la chiacchieratissima ID.3, la prima vettura del marchio tedesco pensata e realizzata solo completamente elettrica, con tanto di piattaforma dedicata. 

(em.zan.)