Sondaggi esagerati?
Ma così fan tutti

La Posta della Olga
La Posta della Olga
La Posta della Olga
La Posta della Olga

Interessante - scrive la Olga - ciò che ha detto al bareto il politologo Scoatìn dell’università di Cavaión. Commentando il fatto che tutti i partiti, i partitini, gli stramazzi, gli strapuntini e i saccopelisti della politica creativa, si sono scagliati contro il sondaggio che, commissionato dalla Lega veronese in vista delle elezioni comunali della prossima primavera, accredita il partito di Salvini di un trionfale 21 per cento, ha detto che «qualsiasi sondaggio di parte, se non è gradito a chi lo ordina e lo paga, non viene reso noto». «Elementare, Bepi» ha detto rivolgendosi al Bepi che lo guardava con l’espressione di chi non aveva capito il ragionamento. El Scoatìn ha aggiunto che al sondaggio della Lega seguiranno, nelle prossime settimane e mesi, quelli, sempre di parte, degli altri partiti, movimenti o candidati a suffragio familiare che vorranno mandare ai propri elettori un segnale di forza.

«Non c’è niente di cui scandalizzarsi - ha detto - perché così fan tutti».

El Scoatìn non è all’oscuro che la "Moscopea-Opinioni & Disinfestazioni" di Tom Duly delle Ca’ Roèrse sta lavorando, oltre che per liberare le trattorie dalle mosche e i fossi dalle nutrie, anche per dare soddisfazione ai partiti, liste, listine, strìcole e coriandoli che si sono rivolti a lei per sondaggi che ne esagerino i consensi, gonfiandoli spudoratamente, in misura proporzionale alla parcella corrisposta. Avendo ricevuto l’incarico da più clienti in contesa tra di loro per la conquista di Palazzo Barbieri, Tom Duly - come dice il ragionier Dolimàn che lo conosce per avergli fatto disinfestare la cantina dai ratti - non si preoccupa se la somma delle percentuali dei consensi attribuite ai vari partiti dovesse sforare, anche di molto, il tetto invalicabile del cento per cento. Il suo slogan, scritto sulla porta dello studio, è "Noi non mettiamo limiti alla propaganda". Il ragionier sostiene che se la Lega veronese si fosse rivolta alla "Moscopea" delle Ca’ Roèrse invece che a un altro istituto, le previsioni sarebbero state di una vittoria schiacciante già al primo turno, lo stesso straripante successo di cui verranno accreditati gli avversari della Lega che si sono affidati e si affideranno a Tom Duly.

Silvino Gonzato

Suggerimenti