Politici e filosofi non immischiatevi

La Posta della Olga
La Posta della Olga
La Posta della Olga
La Posta della Olga

I partiti - scrive la Olga - dovrebbero starne fuori. Cito il politologo Scoatìn dell'università di Cavaión: «Giocare sulla pelle degli altri, oltre che sulla propria, per rozzo calcolo elettorale è pratica miserabile oltre che indecente». Ma mentre si replicano le manifestazioni di piazza dei No Vax, Boh Vax, Mah Vax e No Green Pass, i politici, in corpo o in spirito, si mischiano alle mandrie, peraltro sempre più scarne, dei manifestanti che rivendicano la libertà di infettarsi e di infettare gli altri. Dal 6 agosto chi non è vaccinato almeno con una dose non potrà neanche salire su un treno, un aereo, un traghetto. Draghi fa il drago sputafiamme. Dal traghetto per la Sardegna (l'ultimo se non è vaccinato, come pare evidente dalle sue dichiarazioni) il digèi Red Ronnie appoggia la protesta sostenendo che la «libertà è vitale come l'ossigeno». Se l'ossigeno è quello in bombola, ci lasci dire che vorremmo farne a meno. Sull'uso della bicicletta non pendono restrizioni: Ronnie il Rosso potrà sempre andare in Sardegna pedalando. E in spirito, anzi in scienza, scendono in piazza anche i filosofi Cacciari e Agamben, uno con la barba e uno senza, per sottolineare che comunque tra di loro ci sono delle sfumature: dichiarano che il Green Pass è «un sopruso di stampo sovietico» e spiegano, usando argomenti pescati in Rete col lingossìn, che il vaccino è acqua fresca e quindi è inutile farlo. E io che associo le idee come le patate al forno al cunèl arrosto, penso con terrore ai carri armati di Budapest e Praga. Averli adesso sotto casa sarebbe uno spegasso. Però se si imputa alla canèa di virologi di fare scienza perché sarebbero incompetenti, mi domando se la possano fare i filosofi, perché allora la potrebbe fare anche l'architetto Mastegabródo del bareto, dal calcestruzzo alla proteina Spike, e perfino il Brusalìtri, dal fiasco alla provetta, disinvoltamente. Ho letto che il Covid si trasmette anche con i fiati intestinali, variante S. In Australia lo si prende anche così per cui si va verso la chiusura dei cessi pubblici. Qui, per ora, la si può buttare in metafora: molte stupidaggini che sentiamo contro il vaccino e il No Green Pass sono peti orali e, come tali, devono essere considerati. Ma, in nome della libertà, non repressi.

Silvino Gonzato

Suggerimenti