Ma la scienza non è roba da bar

La Posta della Olga
La Posta della Olga

È il loro momento di celebrità - scrive la Olga - ma ormai sono in televisione più di Montalbano, con la sostanziale differenza che quest' ultimo può anche divertirci mentre loro, i virologi e affini, alla lunga ci hanno fatto venire il latte alle ginocchia. Per un po' gli abbiamo dato ascolto: i catastrofisti ci gelavano con le loro profezie, ai lamentosi non andava mai bene niente, gli ottimisti ci rincuoravano. Poi hanno cominciato a litigare tra di loro, a deridersi, a insultarsi e ci siamo chiesti se la scienza, in cui credevamo, fosse in realtà roba da bar o da fiera delle vanità come ce l'hanno fatta apparire. Ora ci stanno annoiando: al massimo, quando, pronubi i marpioni della televisione, va in scena il contraddittorio, li ascoltiamo curiosi di sapere come andrà a finire lo scontro, se arriveranno a insultare anche le rispettive madri (siano essere vive o morte) e sorelle. Si dice che, una volta sparito il virus, non avendo più niente da cavalcare, non li vedremo più perché torneranno nei loro laboratori a lavorare, cosa che avrebbero dovuto continuare a fare senza cedere alle lusinghe del divismo. Ma non ne sono tanto sicura: potrebbero continuare ad apparire in televisione sotto altre vesti. Magari si scoprirà che Galli sa anche cantare da baritono, che Bassetti è anche un abile prestigiatore, che Crisanti è un perfetto interprete di film horror, che Antonella Viola, oltre al fisico, possiede anche tutti i numeri per fare la soubrette. E magari li apprezzeremo nei loro nuovi ruoli e ci dimenticheremo del latte alle ginocchia e di tutto il resto. Ma intanto la sovraesposizione mediatica di questi tempi sta producendo danni forse irreversibili. Crisantemo Crisanti si paragona a Galileo Galilei o quasi quando dice che «È dai tempi di Galilei che una procura non si occupa di un articolo scientifico». Non so se sia veramente così ma mi vien da dire che chi semina tenebre rischia di raccogliere tenebre. Fatto sta che alla confusione che chi hanno messo in testa questi scienziati dal litigioso pulpito televisivo con le loro contrastanti, se non opposte, dottrine, si sono aggiunti veleni e denunce che contribuiscono a rendere il quadro ancora più avvilente. Addà passà 'a nuttata. Chissà, forse.

Silvino Gonzato

Suggerimenti