LA POSTADELLA OLGA

Da lunedì gli amici
avranno più... peso

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Da lunedì, dopo più di due mesi di lockdàun - scrive la Olga - potremo rivedere gli amici. La sedentarietà, le troppe ore passate a guardare la televisione o davanti al computer o col telefonino in mano a mandare messaggi o a rispondere a quelli ricevuti nonché el magnàr e el sbecolàr a tutte le ore (el lockdàun non riguardava il frigo) ci hanno fatto mettere su qualche chilo, anche perché le corsette solitarie sotto casa, permesse dalle ultime ordinanze, erano di una tale tristezza che pochi le hanno fatte. Ci hanno guadagnato solo i cani che, grazie alla formula del prestito tra vicini, unica possibilità per poter uscire di casa oltre alla legittima escursione per raggiungere il cassonetto delle sgaùie, hanno fatto più bisogni del necessario ma si sono visti decuplicare le ore di libera uscita. Al proposito, mi dice la Amelia che, avendo prestato il suo cocker a una ventina di persone, non è più quello di prima, le è poco affezionato, non mena più la cóa perché pare che si sia innamorato del geometra Saletti che era stato il più assiduo a portarlo fuori. Dicevo che rivedremo gli amici e nessuno sarà più quello che era prima, e lasciamo stare la psiche che è un altro discorso. Molte amiche me l'hanno anticipato per telefono. «No te me riconossarè gnanca più - mi ha detto la Pina - Me son gonfià come un balón da fiera. No g'ò più un vestito che me vaga ben. E ti t'èto slargà?». «Ò messo su tri chili - le ho risposto - e iò messi tuti sul cul. G'ò 'na panàra che te ghe podaréssi roersàr insìma un quintàl de polenta». Anche la Giacinta mi ha detto di essere lievitata e che el so neodìn è diventato più largo che alto: «Par du mesi no l'à fato altro che magnàr patatine sentà davanti a la televisión o al computer par le lessión onlàin». «Élo obeso?» le ho chiesto. «O beso o 'n'altra roba no savarìa dirte, fato sta che l'è tondo» mi ha risposto. La Norma mi ha detto che per colpa della campagna "Torte di quarantena", lanciata dalla televisione e dai giornali, lei e suo marito non ci stanno più nel letto. Insomma da lunedì le amicizie avranno più peso e forse era questo che intendevano i tanti pissicologi e sociologi che in televisione ci dicevano che dopo il contagio ci saremmo ritrovati diversi. •

Silvino Gonzato