Covid, dopo i visoni i gorilla. E le gru di Chichibio?

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Più che per la crisi di governo - scrive la Olga - sono preoccupata per i gorilla dello zoo di San Diego, in California, che si sono beccati il Covid. Prima ha cominciato a tossire uno, poi un altro e poi altri sei, cioè tutta la gabbia. La tosse era sospetta e allora il direttore dello zoo, Gavin Newsom, ha detto che ci voleva subito il tampone. Essendo laborioso fare il tampone a un gorilla, lo si è fatto alla loro cacca. Ora li stanno riempiendo di vitamine sperando che questo basti a rimetterli in salute. Pare che li abbia infettati un addetto all'assistenza, poi risultato malato di Covid ma asintomatico, che non avrebbe mantenuto le distanze da un gorilla femmina. La mia preoccupazione nasce non tanto dal fatto che i King Kong mi siano simpatici quanto da ciò che gli esperti hanno sentenziato all'inizio della pandemia e cioè che solo gli umani possono essere vittime del contagio e trasmetterlo ai propri simili. Poi invece è saltata fuori la storia dei visoni che in Danimarca e in Olanda hanno trasmesso il virus ad alcuni addetti agli allevamenti. Poi si sono ammalati di Covid anche tre leoni e quattro tigri dello zoo del Bronx. Stessi sintomi dei gorilla di San Diego: tosse stizzosa e inappetenza. Il veterinario del bareto, Pestaboàsse, si chiede come mai solo i visoni e non i gorilla, le tigri, i leoni, le foche, le gru, le cocorite eccetera, possano attaccare il virus all'uomo. I suoi dubbi sono anche i miei e sinceramente ho un po' di paura, tanto che quando mi devo avvicinare alla gabbia del papagaléto che ho in casa, mi metto la mascherina. Il veterinario Pestaboàsse che ha competenze anche nel campo degli animali selvatici, premesso che nelle foche è difficile distinguere i colpi di tosse dai loro versi abituali, sostiene che non c'è evidenza scientifica che, per esempio, uno Yoghi o un Bubu, se colpiti da Covid, non possano contagiare i visitatori del parco di Yellowstone. Lo stesso discorso vale per le gru che il sindaco Sboarina ha annunciato che vedremo presto in azione all'Arsenale e che, secondo el Pestaboàsse, non dovrebbero essere quelle meccaniche ma le gru di Chichibio rese famose da una novella del Decamerone. Insomma, che mi crediate o no, sono preoccupata. •

Silvino Gonzato
# Sposta il focus sul parent