Secondo giorno: quarta sessione

Banche e valute, il mondo sta vivendo una rivoluzione epocale

Il panel sulle banche al Festival del Futuro (foto Marchiori)
Il panel sulle banche al Festival del Futuro (foto Marchiori)
Il panel sulle banche al Festival del Futuro (foto Marchiori)
Il panel sulle banche al Festival del Futuro (foto Marchiori)

La grande trasformazione della finanza, fra valute digitali, nuovi asset e sistemi di pagamento.

Quarta sessione della seconda giornata del Festival del Futuro 2021, organizzata in collaborazione con ASSBB – Associazione Studi Banca e Borsa.

Relatori: Alessandro Hatami, Co-founder e Managing Partner, Pacemakers; Rony Hamaui, Segretario generale, ASSBB; Massimo di Tria, Chief Investment Officer, Gruppo Cattolica Assicurazioni; Alessandra Losito, Direttrice Generale, Pictet Wealth Management Italia; Michele Lanotte, Direttore, Milano Hub, Banca d’Italia.

 

Hamaui: «La tecnologia sta creando concorrenza e semplificando il settore dei pagamenti e dei prestiti»

Lanotte: «La Banca d'Italia sta cercando di accompagnare la Finanza verso un nuovo ecosistema che favorisca l'utilizzo della tecnologia attraverso i facilitatori dell'innovazione. Uno di questi è Milano Hub, luogo fisico e virtuale per l'applicazione dell'intelligenza artificiale, ad esempio per le frodi o le analisi dei testi contrattuali. Il processo di innovazione va indirizzato, però, perché la tecnologia non porta solo vantaggi ma anche rischi: il corretto funzionamento dei pagamenti è un bene pubblico da garantire»

Losito: «La ricchezza complessiva globale ammonta a 400 trilioni di dollari (dato triplicato dal 2000, il 65% è immobiliare) diviso fra il 30% agli Stati Uniti, 18% alla Cina, 3% all'Italia (ottavo posto). Un quinto di questa ricchezza verrà trasferita nei prossimi dieci anni per la questione demografica. Tutto il sistema si troverà ad avere clienti più giovani e più donne. I giovani chiedono una piattaforma digitale avanzata, velocità, flessibilità, ma cercano anche l'interazione umana. È una generazione mobile interessata all'educazione e sono interessati alla sostenibilità. Le donne dal canto loro sono eccellenti ambassador verso altri clienti se soddisfatte del servizio»

Hatami: «Nel mondo sta aumentando il mobile banking e l'arrivo sul mercato dei Big Tech come Amazon, Google e Facebook potrebbe cambiare tutto. I protagonisti sono quattro ora: le fintech, le bigtech, le banche globali e quelle regionali. Le bigtech offriranno dei servizi finanziari, per poter vendere di più i loro prodotti, attraverso una collaborazione con le banche. Molte banche regionali scompariranno, mentre altre si specializzeranno sempre di più. Bigtech e fintech ne guadagnaranno, le altre due saranno impattate ma non se riusciranno a collaborare tra di loro»

di Tria: «L'Italia è al secondo posto per ricchezza pro capite, ma siamo risparmiatori che non contribuiscono alla crescita economica. Aggiungiamo che più dell'85% della famiglie ha la casa di proprietà ma solo il 3% l'ha assicurata contro le calamità naturali: se il paese non è protetto, ha bisogno di tenere tanta liquidità per ogni evenienza

I modelli bancari si evolveranno, ci sarà più interazione coi servizi assicurativi e questo avverrà in molte forme. Ci saranno molte fusioni fra banche e assicurazioni, ma l'importante sarà partire dai bisogni dei clienti»

Riccardo Verzè