Alle 13

Startup e le leve per la ripartenza: RIVEDI QUI il dibattito online

Festival del futuro (Marchiori)
Festival del futuro (Marchiori)

«Provocato» dalla pandemia, il tessuto produttivo italiano è stato in grado di scaricare a terra le proprie capacità innovative. Le imprese non si sono fermate, grazie soprattutto alla loro spinta ideativa. L’innovazione, dopo aver patito lo shock del lockdown, inizia a ripartire anche dal basso, dai mattoni di base. Lo dimostrano i dati sulle start-up innovative iscritte al registro delle imprese: il comparto, decollato negli anni con crescite a doppia cifra in grado di portare il totale oltre quota 11mila unità, nel 2020 ha subito una naturale battuta d’arresto, insieme al resto dell’economia.

 

Ma già nel post-pandemia sta registrando una ripresa, non solo dal punto di vista quantitativo, ma anche qualitativo: le startup innovative, grazie alla loro forza creativa, ma anche al loro modo di fare impresa caratterizzato da visione, interdisciplinarità, flessibilità, stanno offrendo al mercato prodotti e servizi innovativi.

 

Saranno questi i temi al centro del terzo Future Talks del Festival del Futuro, intitolato «Startup e investimenti, le opportunità del mondo post-covid», in programma oggi dalle 13 alle 14: ad animare la discussione, moderata da Luigi Consiglio, presidente di Gea, ci saranno Vincenzo Russi, Co-Fondatore e amministratore delegato della «Fabbrica di Imprese» e-Novia; Alberto Fioravanti, presidente e founder di Digital Magics, un incubatore certificato di startup innovative digitali; Enrico Pisino, Ceo del Competence Center Industry Manufacturing 4.0, realizzato nell'ambito del Piano nazionale Industria 4.0 del ministero dello Sviluppo economico.

 

L’appuntamento è aperto a tutti. Sarà possibile seguirlo gratuitamente, interagendo in diretta con i relatori attraverso domande scritte, chat e sondaggi istantanei: basta iscriversi a questo link: https://zoom.us/webinar/register/WN_He0-mm4WQ8Srzu1bXzaD8Q. Il dibattito sarà disponibile anche in streaming, sul sito larena.it e sulla relativa pagina Facebook, senza necessità di preiscrizione e quindi senza possibilità di interazione.

 

L’obiettivo è quello di offrire, a chi parteciperà, una sorta di bussola per orientarsi in un futuro che, tanto più oggi, appare in rapido cambiamento. Sono stati progettati con questo scopo i Future Talks organizzati dal Festival del Futuro, il progetto promosso dalla piattaforma di studio e divulgazione scientifica Eccellenze d'Impresa, da Harvard Business Review Italia e dal Gruppo editoriale Athesis. Dopo il successo della prima edizione, che nell'autunno scorso aveva riunito per due giorni alcune migliaia di persone tra imprenditori, studenti e ricercatori al centro congressi della Fiera scaligera, il Festival torna con una veste innovativa, che integra appuntamenti reali, come la tre giorni in programma a Veronafiere dal 19 al 21 novembre, a una piattaforma virtuale che si arricchisce di contributi durante tutto l'anno: articoli, video, podcast e approfondimenti incentrati su tecnologia e innovazione. •

Francesca Lorandi