CREATIVITÀ E SALUTE

Risotto come un quadro
di Van Gogh

Un quadro....di risotto
Un quadro....di risotto
Un quadro....di risotto
Un quadro....di risotto

«Buongiorno, mi chiamo Arianna, sono appassionata di erbe , fiori e piante officinali. Vorrei condividere con voi questa mia ricetta primaverile, il risotto con sparasine e petali di calendula», scrive la nostra lettrice. «Si utilizza l’asparagus acutifolius che, oltre ad essere molto gustoso, ha anche proprietà depurative, diuretiche, dimagranti mentre i petali della Calendula officinalis che danno un tocco di colore ed inoltre sono ricchi di vitamina C». Ingredienti per 4 persone: riso vialone nano 320 gr, 200 gr di sparasine, 1 scalogno, 1/2 bicchiere di vino bianco, 1 litro di brodo vegetale, sale, pepe, grana grattugiato, 8 fiori di calendula (in questa ricetta non ho usato né burro né olio). Preparazione: lessare in abbondante acqua salata le sparasine per 10 min, scolarle e tagliarle a pezzettini, tenendone qualcuna da parte per la decorazione. Tagliare finemente lo scalogno e farlo appassire con un po’ di acqua, aggiungere il vino bianco; in un pentolino a parte fare bollire il brodo vegetale. Quando lo scalogno è appassito, aggiungere il riso, tostarlo per 2 minuti e sfumarlo con un po’ di vino. Aggiungere poi le sparasine tagliate e, un po’ alla volta, il brodo sempre mescolando fino a completa cottura. Se necessario aggiustare con sale e pepe. A fine cottura mantecare con grana grattugiato e lasciare riposare coperto con un canovaccio per qualche minuto. Impiattare decorando con petali di calendula e sparasine. •

Suggerimenti