<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Rincari

Telepass raddoppia il costo del canone mensile: ecco le alternative

di Giorgia Cozzolino
Dal primo luglio il piano base passerà da 1,83 euro a «3,90 (IVA inclusa) su base mensile. Ma dopo la liberalizzazione imposta dall'Europa, si sono affacciati sul mercato italiano anche gli operatori UnipolMove e MooneyGo
Telepass
Telepass
Telepass
Telepass

Autostrada, ma quanto mi costi! Si potrebbe sintetizzare così l'ultima novità per i pendolari delle grandi arterie autostradali italiane. Dopo gli aumenti dei pedaggi scattati a inizio anno, con una media nazionale del +2%, ora l'annuncio del  sostanzioso aumento del canone mensile del Telepass, parliamo di più di un raddoppio: un rincaro del 113 per cento, per la precisione.

A partire dal prossimo primo luglio, Telepass introduce infatti alcune modifiche all'offerta commerciale. Il canone del servizio Telepass Family passerà da 1,83 euro a «3,90 (IVA inclusa) su base mensile», spiega la missiva arrivata in questi giorni agli abbonati. Un aumento che sarebbe dettato dal «significativo incremento di oneri, costi e investimenti per Telepass, dal sempre più alto livello qualitativo dei servizi di pagamento erogati e dal riposizionamento di mercato della relativa offerta».

Il Gruppo Telepass fa sapere che, essendo la modifica unilaterale, è possibile recedere il contratto «con effetto immediato, senza penali o costi di disattivazione»  e che si hanno sei mesi di tempo per restituire il dispositivo.

I nuovi piani Telepass

L'azienda illustra anche ai propri clienti  delle altre alternative contrattuali diverse dall'abbonamento Family che si trasforma nel cosiddetto piano Base (3,90 euro al mese comprendenti il telepedaggio e 5 servizi aggiuntivi: Area C Milano, traghetto Stretto di Messina, parcheggi convenzionati, strisce blu, vignette elettroniche).

Vi è poi il piano Plus (3,90 euro al mese - solo fino a dicembre 2025 poi 4,90 - che comprende il telepedaggio e  altri 25 servizi aggiuntivi tra cui ricarica elettrica, Skipass e trasporto pubblico) e la possibilità di pagare ad utilizzo con il piano  Pay per use (1 euro al giorno di utilizzo effettivo più 10 euro di attivazione). Infine sarà attiva a breve anche una tariffa per giovani, la Young, attivabile tramite carta di credito o di debito, senza canone mensile.

Libero mercato, le alternative

Troppo oneroso? Telepass non ha il monopolio. Di fatto, dal novembre del 2021, con il recepimento da parte dell'Italia della direttiva europea sui sistemi di telepedaggio autostradale,  altri operatori si sono affacciati al mercato. L'obiettivo dell'Europa era  quello di aumentare la presenza di sistemi che velocizzassero il pagamento del pedaggio e riducessero al contempo i costi attraverso l'interoperatività. 

Gli operatori che sono attivi sul mercato italiano sono attualmente UnipolMove e MooneyGo che al momento sembrano essere più vantaggiosi, dal punto di vista del costo del canone, di Telepass.

UnipolMove prevede infatti un abbonamento al prezzo di 1,5 euro al mese, con attivazione e consegna gratis e la gratuità del canone per un anno  (fino al 7 maggio 2024). Possibile anche un piano senza canone al costo  di 50 centesimi al giorno solare di utilizzo e 10 euro per l'attivazione e la consegna.

Simile l'offerta di MooneyGo che prevede un canone di 1,50 euro al mese con un costo di attivazione di 5 euro, oppure il pagamento ad utilizzo effettivo, al costo di 2,20 euro al mese di effettivo utilizzo e una attivazione di 10 euro. 

Servizi diversi a misura di viaggiatore

Telepass, UnipolMove e MooneyGo offrono una serie di servizi aggiunti, dal pagamento dei parcheggi alla possibilità di pagare il bollo auto oppure il traghetto dello Stetto di Messina o l'area C di Milano, ciascuno con condizioni diverse. Il consiglio, quindi, è quello di vagliare attentamente tutte le offerte (anche quelle limitate nel tempo) e scegliere quella che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Suggerimenti