<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
trasporti

Le distanze dei comuni veronesi da autostrade, aeroporti e ferrovie: la mappa interattiva

La mappa delle distanze dei 98 comuni veronesi dalle infrastrutture viarie
La stazione di Verona Porta Nuova
La stazione di Verona Porta Nuova

Nel Veronese vince sempre l’auto per gli spostamenti importanti, per la semplicissima ragione che i 98 Comuni della provincia si trovano ad una distanza media di 17 minuti dal casello autostradale più vicino.

Mentre per salire sul treno serve uno spostamento di poco meno di mezz’ora, per la precisione pari a 27,4 minuti e per raggiungere lo scalo più comodo, il Catullo, è necessario un trasferimento poco più impegnativo e pari a 31,5 minuti. 

L'accessibilità dei comuni veronesi alle infrastrutture

È il quadro che emerge dal focus sull’accessibilità dei territori alle principali infrastrutture di trasporto realizzato dall’Istat per i quasi 8 mila Comuni italiani. «Lo studio dell’accessibilità è strettamente connesso anche al tema della perifericità o marginalità dei territori, concetti alla base delle strategie di policy e pianificazione territoriale. La maggiore o minore facilità di accesso ad una infrastruttura incide sulla qualità della vita per i cittadini e sulla competitività e produttività delle imprese», precisa il report in premessa.

L’analisi ha voluto misurare la distanza, «espressa in termini di tempo minimo di spostamento», tra i Comuni e le infrastrutture. Vale a dire le stazioni ferroviarie in cui è presente un traffico di treni a lunga percorrenza, i caselli autostradali, gli aeroporti e i porti con traffico passeggeri. Le distanze sono misurate in termini di tempi di percorrenza sul navigatore “Tom Tom”. Per il Veronese va precisato che il più vicino porto passeggeri è quello di Venezia, dunque è da lì che si prendono le distanze: la provincia è la meno favorita in Veneto, perché più lontana dallo sbocco sul mare.

Ma vediamo quali sono i territori in cui cittadini ed imprese sono più agevolati negli spostamenti e quelli da cui muoversi richiede una tempistica eccessiva. Chi abita o ha insediato la propria attività in città gioca facile. Arriva in stazione i poco più di sei minuti, raggiunge un casello autostradale in 12 minuti e mezzo, lo scalo aeroportuale in 15 minuti e il porto di Venezia in 80. Tuttavia l’accesso alle infrastrutture non è privo di criticità per chi vive o lavora in altri Comuni, soprattutto i più periferici.

 

Treni

 

L’accesso alla ferrovia, ad esempio, è complicatissimo dalla montagna, dalla Bassa o anche da alcune località del Garda. I numeri raccontano di una distanza dai binari che quotidianamente pagano gli studenti, i lavoratori pendolari, le aziende che faticano a trovare collaboratori anche per la scarsa mobilità e a raggiungere i clienti con merci e servizi. Per chi abita o opera a Badia Calavena, a Bosco Chiesanuova o a Sanguinetto occorrono 40 minuti per raggiungere una stazione. Va peggio ancora a chi fa base a Brenzone, che deve mettere in conto uno spostamento superiore ai 46 minuti, a chi risiede a Selva di Progno (45,8) e ad Erbezzo (43). Boschi Sant’Anna, Ferrara di Molte Baldo, Gazzo Veronese, Roveré sono ad un soffio dalla soglia dei 40 chilometri per raggiungere il primo punto in cui sia possibile salire sul treno.

 

Autostrada

 

L’ingresso in autostrada attraverso il primo casello disponibile è più agevole ovunque. Le criticità sono a Brenzone da cui servono 36,4 minuti, Erbezzo e Bosco Chiesanuova (35 minuti), Casaleone (33,8 minuti). Agevolati, perché dotati di accesso diretto, Affi, San Martino Buon Albergo (2,5 minuti) e Nogarole Rocca (3,2 minuti), dove negli anni si sono insediate una miriade di aziende. Da molte località della Bassa occorre comunque circa mezz’ora per raggiungere la A4 Brescia Padova o la A22 del Brennero.

 

Aeroporto

 

Per arrivare all’aeroporto Catullo gli ostacoli non mancano. Decisamente lunga la trasferta da Malcesine, calcolata in 65,4 minuti, ma anche da Erbezzo (53), Roveredo di Guà (51) Bosco Chiesanuova (50), Velo e Vestenanova (48), Terrazzo (47,5). Al contrario i più facilitati sono i residenti a Sommacampagna e a Villafranca, sul cui territorio comunale si sviluppa infatti l’infrastruttura, che per raggiungere l’aerostazione impiegano rispettivamente in media 9,7 e 12,5 minuti.

 

Porti

Raggiungere il porto più vicino equivale a mettere in conto lo spostamento più lungo. Da Malcesine servono più di due ore (130 minuti), da Brenzone 116 minuti. Si supera la soglia dei 100 minuti partendo da Erbezzo, Ferrara di Monte Baldo, Nogara, Sant’Anna D’Alfaedo, Torri del Benaco. A riprova del fatto che ancora una volta i Comuni più periferici della montagna della pianura e del lago sono i più isolati.

Valeria Zanetti

Suggerimenti