<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
curioso ritrovamento a mantova

Spunta un granchio blu in un giardino in centro: ecco come ci è arrivato

di Davide Casarotto
Il crostaceo di origine statunitense ritrovato in via Principe Amedeo: «Forse arrivato "agganciato" a un cormorano»
Il granchio blu ritrovato in un giardino in pieno centro a Mantova
Il granchio blu ritrovato in un giardino in pieno centro a Mantova
Il granchio blu ritrovato in un giardino in pieno centro a Mantova
Il granchio blu ritrovato in un giardino in pieno centro a Mantova

Era questione di tempo l’arrivo del granchio blu a Mantova ma il primo ritrovamento è a dir poco singolare. La specie invasiva diffusasi dagli Stati Uniti, che è un cruccio soprattutto per i pescatori del Veneto, ha fatto la sua apparizione con un esemplare rinvenuto nel giardino interno di una palazzina in via Principe Amedeo, in pieno centro.

Una delle residenti, già l’altro ieri, aveva notato la presenza di una sorta di guscio simile ad una tartaruga: una volta smosso con un bastone la scoperta e la richiesta di intervento alle Guardie volontarie della Fipsas.

«Davvero strano averlo rinvenuto così lontano tanto dai laghi che dal Rio – dice la Guardia Emilio Padovani – l’ipotesi è che sia arrivato tramite qualche condotto fognario, anche se nel giardino in questione non ve ne sono, o che possa esser rimasto “agganciato” a un cormorano e poi sia caduto dall’alto, fattore che spiegherebbe il fatto che gli manchi una zampa. Si tratta di un esemplare adulto, chiaramente non è in buonissime condizioni essendo da due giorni fuori dall’acqua, ma è ancora vivo».

Suggerimenti