<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
la sorpresa

Sequestrata una rara tartaruga africana nel centro di Caorle

È un maschio di Centrochelys sulcata, una specie a rischio estinzione

Un esemplare di tartaruga "Centrochelys sulcata" è stata sequestrata dai carabinieri del Nucleo Cites di Venezia, in collaborazione con i militari di Caorle, dopo essere stata rinvenuta nei pressi di un'abitazione nella cittadina balneare. Il ritrovamento è stato comunicato dal proprietario dell'abitazione; dopo i primi accertamenti per capire se fossero state presentate segnalazioni di smarrimento, l'animale è stato ispezionato per verificare la presenza di qualche marcatura, che però non c'era.

La Centrochelys sulcata è la tartaruga più grande originaria del continente africano, e ha un carapace lungo fino a 85 centimetri, arrivando a pesare fino a 100 chilogrammi per gli esemplari maschi. È protetta dalla convenzione Cites in quanto a rischio di estinzione, e può essere tenuta, venduta e acquistata solo con la documentazione che ne attesti l'origine legale. La tartaruga rinvenuta, un maschio in buona salute di circa 70 centimetri di lunghezza e di oltre 15 chili di peso, è stata sottoposta a sequestro penale a carico di ignoti, con l'ipotesi di reato di abbandono di animale e detenzione senza la documentazione Cites. E' stata affidata al Centro di recupero fauna esotica, selvatica e tartarughe marine di San Canzian D'Isonzo (Gorizia). 

Suggerimenti