Soccorsa in via Roveggia

Piccola volpe a caccia di cibo in Zai, salvata e rifocillata

La piccola volpe trovata da Croci
La piccola volpe trovata da Croci

In via Roveggia alle tre del pomeriggio a schivare le ruote delle macchine. Una piccola volpe, di circa un mese, evidentemente rimasta senza mamma e uscita dalla tana a cercare cibo, è finita tra le auto in Zai dove a più riprese ha rischiato di essere investita.

 

Fortuna ha voluto che passasse di lì Fabrizio Croci, presidente di Verdeblu, la storica organizzazione non profit con sede alle Risorgive di Castel d’Azzano e centro di recupero della fauna selvatica.

 

«Da lontano subito credevo che fosse un gatto», ha detto, «l’ho vista sotto le ruote di un camion ma poi miracolosamente è riuscita a spostarsi in tempo e poi scappare. Mi sono fermato in qualche modo e ho iniziato a rincorrerla, prenderla non è stato affatto semplice, ma ho ancora una certa esperienza».

 

Croci, da 20 anni impegnato in prima linea per la difesa e tutela degli animali selvatici, dopo aver raccolto la volpe l’ha messa in auto e portata al centro per rifocillarla. «Molto, molto denutrita e disidratata, evidentemente era in giro da un po’. Ho paura che possa essere accaduto qualcosa alla mamma e per questo il cucciolo come probabilmente gli altri piccoli sono usciti dalla tana in cerca di cibo. Era davvero tanto spaventata e ho dovuto fare le mie per tranquillizzarla e tenerla ferma. Ma ora fortunatamente è in salvo».

 

Intanto la foto con il musino spaventato e triste della volpe sul sedile dell’auto condivisa sul profilo facebook di Verdeblu ha subito fatto il pieno di like e condivisioni.

Marzio Perbellini

Suggerimenti