animali

Il gufo impaurito dai botti si schianta contro un muro, soccorso dai passanti

L'insolito e raro custode dell'antico maniero è stato trovato a terra con un'ala fratturata. Potrebbe essersi schiantato perché impaurito dai botti di San Silvestro
Il gufo salvato a Moniga
Il gufo salvato a Moniga
Il gufo salvato a Moniga
Il gufo salvato a Moniga

Il gufo reale che ha trovato casa nel castello di Moniga è stato salvato da alcuni residenti la notte di capodanno. Ma proprio i botti per i festeggiamenti potrebbero essere la causa della sua sventura: è molto probabile che impaurito dal rumore, il raro rapace - uno dei più grandi dell'Eurasia - abbia finito per schiantarsi contro qualche muro. 

L'insolito custode dell'antico maniero è stato trovato a terra, vicino all'oratorio: non riusciva più a volare a causa di un'ala fratturata. E' stato subito trasportato in una clinica veterinaria e poi affidato alle cure del Recupero animali selvatici: le prossime ore saranno decisive per la sua sopravvivenza. Volatile maestoso e dallo sguardo arrabbiato, ma che strappa un sorriso,   pare che da tempo abbia trovato rifugio in castello: la notizia ha fatto il giro del paese e ha mobilitato anche i bambini. C'è chi gli ha già trovato un nome: Pompeo, il gufo reale "principe del castello". La speranza, ora, è che questo predatore preziosissimo (Bubo bubo il suo nome d'origine onomatopeica), con un ruolo fondamentale nell'ecosistema, possa riprendersi al più presto. 

Alessandro Gatta

Cliccando sul tasto “Abbonati” potrai sottoscrivere un abbonamento a L'Arena e navigare sul sito senza accettare i cookie di profilazione.

Se preferisci invece continuare ad avere accesso gratuito a parte dei contenuti del sito, sostenendo comunque il lavoro dei giornalisti, tecnici e grafici de L'Arena, accetta i cookie di profilazione cliccando "Accetta e continua": ti verranno mostrati annunci pubblicitari in linea con i tuoi interessi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy.

Abbonati