Estate dei 4 zampe

Cani e gatti in vacanza, un veronese su due li porta con sé

.
Al mare col proprio cane
Al mare col proprio cane
Al mare col proprio cane
Al mare col proprio cane

Il tempo delle vacanze coincide spesso con il periodo degli abbandoni di animali domestici. Animali acquistati sull’onda dell’emotività, per il compleanno dei bambini, che però poi diventano impegnativi, soprattutto quando si tratta di portarli in giro. Un fenomeno che per fortuna nella nostra provincia è pressochè zero. Da uno studio è emerso che i veronesi prediligono portarsi i propri pet in vacanza. Lo fa il 47% dei proprietari.

Attenzione però. L’indagine ha coinvolto anche altre due città del Veneto, Rovigo e Treviso. E Rovigo supera Verona di ben 20 punti percentuale visto che arrivano al 67% i proprietari di animali che se li porteranno in vacanza, ultima Treviso, che registra un 45%. Secondo l’osservatorio di Sara Assicurazioni, che ha commissionato l’indagine via mail all’istituto di ricerca Nextplora, per quasi un veronese su due (47%) la soluzione migliore è portarli in viaggio con sé, il 29% li affiderebbe a parenti o amici e il 20% a una struttura specializzata. Dati significativi che evidenziano come siano moltissimi i veronesi che hanno a cuore i loro animali domestici.

Il tema è ancora più caldo se si pensa, al contrario, al fenomeno purtroppo sempre ampio degli abbandoni: la Lav stima che ogni anno in Italia vengano abbandonati 80mila gatti e 50mila cani e questo trend raggiunge uno dei suoi picchi proprio in estate. Numeri alla mano, se ci si imbattesse in un trovatello, il 44% lo porterebbe subito da un veterinario o in una struttura specializzata, il 29% contatterebbe la protezione animali e addirittura un 12% lo porterebbe a casa con sé. Per contrastare il fenomeno, insieme a più controlli e sanzioni (45%) e ad azioni di sensibilizzazione (41%), secondo i veronesi anche la tecnologia può rivelarsi utile, con sistemi Gps per la localizzazione (41%) e app per segnalare gli animali abbandonati (33%).

E c’è di più: l’affetto per i pet è evidenziato anche da un altro aspetto, forse meno noto: quello delle azioni solidali verso i meno fortunati. Sono molti, infatti, i veronesi con un’esperienza di impegno nei loro confronti, in particolare attraverso donazioni (27%) o volontariato (20%). Avere un animale da compagnia è insomma un gesto d’amore e, insieme, un’assunzione di responsabilità. E se alimentazione, toelettatura e gadget sono tra le spese più frequenti sostenute per il loro benessere, più di uno su quattro (29%) considera oggi essenziale anche una copertura assicurativa, per garantire le migliori cure veterinarie e coprirsi da imprevisti e danni a terzi che potrebbero provocare. Media che sale a 33 per Rovigo e a 39 per Treviso.

Alessandra Vaccari