Nel Vicentino

Apre la porta di casa e si trova davanti due lupi

«Ho aperto la porta di casa e mi sono trovato di fronte due lupi». Una disavventura da paura quella capitata pochi giorni fa a Tiziano Brandalise, che abita con la famiglia in contrada Menovre, a Valdagno (Vicenza).

 

«Erano circa le 4.30 del mattino - racconta al Giornale di Vicenza - mi sono alzato e ho sentito alcuni rumori all’esterno. Ho acceso la luce e aperto la porta. Fuori c’erano i lupi». Due esemplari adulti, stando al racconto, il primo a una distanza di una decina di metri e il secondo poco più. Due lupi che si sono spinti in territorio urbano, in una zona di valle.

 

«Mi sono spaventato moltissimo - prosegue Brandalise - anche perché erano decisamente grossi. Ho gridato e sono scappati via ma non ho visto la direzione in cui sono andati. Ho chiamato immediatamente i carabinieri e, successivamente, ho parlato anche con la polizia provinciale».

 

I due predatori forse erano stati spinti dalla curiosità o anche dalla fame. «Non abbiamo animali né da compagnia né da cortile - dice il valdagnese - ma sono molto preoccupato perché ho un bimbo di pochi anni che gioca fuori casa. La nostra paura è che il lupo possa tornare. Essendo un animale selvatico il timore è che possa attaccare».

 

Non è la prima volta che il grande predatore si fa vivo nella zona di Valdagno in queste ultime settimane. Anzi. Il 2021 è iniziato con un incremento degli attacchi nella zona montana dell’ovest vicentino. Da gennaio ad oggi si sono già verificate tre incursioni a Nogarole, Recoaro e Valdagno dove il lupo ha fatto strage di capre, pecore e agnelli. In totale una ventina di capi.  

 

Leggi anche
Giazza, un altro alpaca sbranato dai lupi

Antonella Fadda