PS5

I primi utenti testano la resistenza della nuova console

A cura di Publiadige
I primi utenti testano la resistenza della nuova console
I primi utenti testano la resistenza della nuova console

E’ finalmente uscita la Playstation 5 ed i (pochi) possessori della nuova console hanno iniziato, amplificati dalla rete, a lamentare alcuni bug e problematiche della console.

Oltre a problemi dovuti alla coda dei giochi in download, quello che preoccupa dal punto di vista hardware è il comparire, all’esterno della scocca superiore, una macchia che somiglia molto ad una scottatura.

Questo puo’ essere sintomo del calore malgesitito dalla console, che si manifesta come “effetto bruciatura” ed essendo la plastica bianca come il latte viene risaltata maggiormente a livello di estetica.

Leggendo i commenti di alcuni utenti sembra che questa macchia nera tenda, con l’utilizzo ad allargarsi, come se il “problema” aumentasse con l’utilizzo.

Incuriositi e vogliosi di cercare alcune risposte su quale o quali potrebbero essere le cause che creano tale problema abbiamo interpellato i tecnici di dedoshop.com che con la loro esperienza maturata attraverso le riparazioni effettuate su PS4, attraverso il loro sito web, eseguite nel corso degli ultimi anni, hanno provato a dare una spiegazione tecnica di quale potrebbe essere la causa del problema.

La risposta è stata immediata e, la causa di tale problematica potrebbe essere effettivamente riconducibile al calore che non riesce ad essere immediatamente dissipato; infatti, fanno notare i tecnici, che le uscite laterali attraverso le quali la console tende a “buttare fuori” l’aria calda potrebbero in alcuni casi non essere sufficienti a raffreddare la plastica.

Questo, ed è bene sottolinearlo, non significa necessariamente che le unità che presentano questo tipo di problematica siano difettose o che tenderanno a guastarsi improvvisamente, ma semplicemente che possono avere accumuli di calore in alcune parti, amplificati, lo ricordiamo dal fatto che la scelta del colore delle plastiche di Ps5 siano, al contrario di tutte le console precedentemente prodotte da Sony, bianche.

La Ps5 ha una pasta termoconduttiva specificatamente efficace per smaltire il calore, quindi danni al processore, nel breve tempo, non dovrebbero essere riscontrati; certo è che la grande capacita di calcolo e la potenza grafica della Playstation 5 inevitabilmente portano la macchina a lavorare a pieno regime producendo quindi molto calore.

Infine, ci hanno fatto notare come in corrispondenza della macchia che si produce, l’unico componente che genera calore è proprio la APU ove sono integrati i processori grafici e di calcolo, quindi probabilmente anche i dissipatori lamellari accumulano il calore nelle parti adiacenti alle plastiche esterne.

In definitiva questa macchia se la scocca fosse stata nera non sarebbe stata notata cosi’ marcatamente, e non si espanderebbe se le pastiche non fossero così flessibili, come si può notare nel video pubblicato prima dell’uscita ufficiale della PS5, del TearDown, ossia dello smontaggio in anteprima della console.

Niente di preoccupante quindi, almeno nel breve periodo per i fortunati possessori di PS5, che potranno ancora continuare ad utilizzare le proprie console senza particolari pericoli di guasti.

Un test interessante sull’effettiva resistenza della console avverrà fra qualche tempo, quando i giochi inizieranno ad essere prodotti e sviluppati in massa per PS5 e dove la console dovrà per forza dare “il meglio di se” a livello di prestazioni grafiche e di velocità di calcolo.