elettrodomestici smart

Come funzionano le lavatrici smart? Rews.it risponde

By Athesis Studio

Abbiamo avuto per molti anni l’idea irrealizzabile della casa del futuro, in cui tutte le apparecchiature elettriche potessero essere controllate anche dall’esterno. Oggi, questa idea è trasformata in realtà, grazie ai passi avanti fatti dalla tecnologia e dalla domotica, che hanno reso possibile la realizzazione di elettrodomestici smart, sempre più connessi, pratici e semplici da utilizzare.

Sono denominati gli elettrodomestici intelligenti e sono in grado di connettersi alla rete Wi-Fi di casa ed essere controllati da remoto, mediante una app su smartphone. Questa, rappresenta la caratteristica più comune degli elettrodomestici smart e che li rende davvero utili ed efficaci.

La rivoluzione consiste nella possibilità del proprietario di un’abitazione, di configurare la rete informatica della propria casa e controllare attraverso un dispositivo mobile tutti i dispositivi elettronici smart presenti in casa. In questo modo, è possibile creare facilmente un sistema integrato ed efficiente che rende più semplice e veloce eseguire delle operazioni che prima dovevano essere eseguite di persona.

Mattia Conso, esperto di elettrodomestici e di sistemi smart del sito Rews.it, ha scelto di condividere tutte le sue competenze, per offrire ai consumatori le informazioni necessarie per l’acquisto consapevole delle lavatrici smart.

Lavatrici smart: tutto quello che c’è da sapere

Il settore delle lavatrici è sempre stato in costante evoluzione tecnologica ed è possibile notare l’evoluzione dai numerosi modelli di lavatrici disponibili in commercio ogni anno, ognuna di esse caratterizzata da specifiche tecnologiche differenti fra cui poter scegliere, anche grazie all’ausilio di recensioni come quelle di Mattia Conso pubblicati su Rews.it. Oggi, grazie alle numerose opportunità della Rete, la lavatrice si trasforma con modelli smart e diventa sempre più connessa: può essere gestita da remoto, controllata durante il suo avviamento e configurata a proprio piacimento.

Come precisa Mattia Conso, l’attenzione in Europa è rivolta in particolare sull’efficienza energetica e ad oggi le lavatrici hanno raggiunto un livello di riferimento globale ideale in termini di riduzione di consumo di energia e di acqua. Da tanti anni, infatti, le lavatrici sono dotate di sensori e funzionamenti che permettono di controllare i consumi in tempo reale.

La divisione degli elettrodomestici in classe energetiche, che dal 1° Marzo sono cambiate nuovamente eliminando le classi A+, A++, A+++, introducendo nuove classi che vanno dalla A alla G, fa in modo che una nuova tecnologia energetica a maggior efficienza possa garantire nel lungo periodo un ritorno economico dovuto al risparmio nei consumi elettrici e di acqua.

Come funziona la lavatrice smart: la spiegazione di Mattia Conso

La lavatrice smart può essere impostata da remoto, tramite uno smartphone e si possono cambiare le variabili del lavaggio: dalla scelta della modalità di lavaggio allo smaltimento dei capi da lavare fino al caricamento del cestello. Le applicazioni permettono di controllare le performance “a vista” per terminare un bucato e di analizzare i dati in tempo reale.

Una lavatrice sempre connessa riceve ed invia messaggi, mostra attraverso video le informazioni selezionate e condivide esclusivamente le informazioni salienti che permettono di controllare i lavaggi da remoto. Si tratta, quindi, di una comunicazione efficiente e non invadente, che si basa su uno scambio dei dati mediante diversi protocolli, utilizzando la rete wireless domestica oppure delle Sim Card per la trasmissione dei dati, come avviene per uno smartphone o un tablet.

In commercio sono disponibili anche delle lavatrici a dosaggio automatico che possono versare automaticamente il detersivo e possono essere caricate per un mese di autonomia, con detersivo e ammorbidenti. Questa funzionalità evita che per ogni lavaggio venga riempita un’unità di carico e quindi permette di inquinare meno. I sensori danno l’input per regolare la quantità aggiunta in base ai fattori del lavaggio, che possono essere il peso dei vestiti, la durezza dell’acqua e così via.

Generalmente, le app che gestiscono a distanza le lavatrici smart permettono di avviare e mettere in pausa la lavatrice, scegliere il cambio dei cicli e monitorare il tempo rimanente del lavaggio. Offre informazioni sulla capacità di lavaggio e alcune lavatrici inviano informazioni inerenti al peso dei panni e della quantità esatta di energia e di acqua da consumare.

Le lavatrici smart di ultima generazione sono integrate e compatibili con gli assistenti vocali come Alexa e Google Assistant, sono dotate di una nuova generazione di Eco-Mode, una tecnologia che permette di far penetrare l’acqua e il detergente più rapidamente nei tessuti e funzionano anche con l’acqua fredda, riducendo la quantità di detergente necessario per la pulitura dei capi.

La sicurezza degli elettrodomestici smart

Grazie al comando centrale e alla connessione internet è possibile controllare con sicurezza gli elettrodomestici da remoto e godere di un totale rispetto della privacy.

Per essere più sicuri, è possibile attivare ulteriori protocolli di sicurezza, disponibili su tutti i dispositivi tecnologici: alcuni dispositivi smart possono essere impostati in diversi metodi per avere una maggiore protezione. Se il dispositivo viene fornito con una password predefinita, è possibile cambiare password ed inserire una meno identificabile.

La sicurezza della tecnologia aumenta anche grazie all’autenticazione a due fattori, ormai disponibili su gran parte dei dispositivi tecnologici, compresi gli elettrodomestici controllati da remoto.

Per una protezione ottimale, ricorda Rews.it, è fondamentale installare tutti gli aggiornamenti software e attivare gli aggiornamenti automatici, generalmente disponibili direttamente sulle applicazioni collegate al dispositivo. Tutti i produttori degli elettrodomestici intelligenti inseriscono sul proprio sito gli aggiornamenti disponibili corredati di informazioni ed istruzioni utili a riguardo.

È importante, però, proteggere la propria privacy direttamente con il modem Wi-Fi di casa, inserendo una password di accesso ad internet sicura e non identificabile. Ogni router permette di modificare i parametri e inserire protocolli di sicurezza più efficienti, semplicemente seguendo le istruzioni riportate sul sito o sul libretto in dotazione.

Online, sono inoltre disponibili tutte le informazioni utili sul sito del Garante della Privacy, per la tutela dei consumatori che utilizzano sistemi intelligenti in casa. L’informazione è il primo metodo per vivere in una casa connessa e intelligente in totale sicurezza.