<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Ristorazione

Bistrot al 2: il gusto dell'eccellenza tra storia e innovazione a Verona

By Athesis Studio

Il Due Torri Hotel, membro orgoglioso di The Leading Hotels of the World, alza il sipario sulla nuova stagione con un rinnovato gioiello gastronomico: il Bistrot al 2. Situato nel cuore di Piazza Sant’Anastasia, esattamente al civico 2 dal quale prende il nome, questo ristorante si propone di conquistare i palati di veronesi, appassionati e turisti, offrendo esperienze gastronomiche uniche.

Il Bistrot al 2 è il frutto di una ristrutturazione attenta e rispettosa, che ha mantenuto viva la storia del Due Torri Hotel. L'edificio trecentesco, originariamente conosciuto come “palazzo dell’Aquila”, racchiude in sé una storia che abbraccia diverse epoche e stili architettonici. Nel restyling del ristorante l'approccio conservativo si fonde con la modernità, creando uno spazio unico. Gli elementi distintivi del Bistrot al 2, secondo il General Manager Franco Vanetti, sono l'eleganza dell'arredo, la professionalità del servizio, l'atmosfera rilassata e, ovviamente, la qualità dei piatti.

Alla guida della cucina c’è Salvatore Garofalo, chef emiliano dal cuore globetrotter che unisce tradizione e modernità nella propria offerta culinaria, omaggiando il grande chef Gualtiero Marchesi, “fondatore” della nuova cucina italiana. Garofalo, dalle radici calabresi e pugliesi, ma cresciuto a Parma, dopo aver affinato la sua arte in Australia, dove ha imparato dai migliori chef francesi, porta l’esperienza maturata e il talento nel cuore di Verona. La sua missione: offrire una proposta gastronomica che sia un inno alla tradizione e alla modernità.

La filosofia di Garofalo è chiara: esplorare, studiare, rubare con gli occhi e con il palato e sorprendere. Nel menù del Bistrot al 2 le regole tradizionali sono quindi trasgredite con abbinamenti audaci e ricerca di ingredienti unici.

Il menù del business lunch offre soluzioni leggere e raffinate, come il Riso Carnaroli mantecato al basilico con gamberi viola e limone del Garda. La cena fine dining è un viaggio sensoriale, con piatti come la Ricciola australiana con tuorlo d’uovo affumicato e salsa teriyaki. I menù degustazione, sia vegetariano che "a mano libera," esplorano il territorio veronese, con ingredienti come l'agnello della Lessinia e il Monte Veronese.

Bistrot al 2

Il locale si presenta come un rifugio di sobria eleganza e storia, adornato da affreschi cinquecenteschi che creano un'atmosfera intima. Il Bistrot al 2 del Due Torri Hotel è molto più di un ristorante; è un'esperienza che intreccia storia, architettura, e innovazione culinaria. Grazie al tocco magico di Salvatore Garofalo, Verona accoglie un luogo dove il passato e il presente danzano insieme, deliziando ogni senso di chi varca la sua soglia.