CHIUDI
CHIUDI

27.12.2019

Rondò al Sacro Cuor per fermare gli scontri

Il tratto di strada in cui sarà costruita la rotonda in località Sacro Cuor a Lazise
Il tratto di strada in cui sarà costruita la rotonda in località Sacro Cuor a Lazise

Sono in procinto di partire i lavori per la realizzazione della rotatoria in località Sacro Cuor a Lazise, lungo la Verona-lago (strada provinciale 5) in corrispondenza dell’incrocio che porta a Colà, che negli anni è stato teatro di diversi incidenti stradali. L’opera è cofinanziata dalla Provincia di Verona (210mila euro), da Masi Agricola Spa (150mila euro oltre alle spese di progettazione) e dal Comune di Lazise (60mila euro). I lavori saranno eseguiti dalla Scavi Cgd di Lazise e termineranno indicativamente a maggio. «In questi giorni si partirà con le opere preliminari all’interno delle proprietà private e con il tracciamento della segnaletica provvisoria sulla sede stradale», spiega il geometra Giuseppe Zanini, responsabile dell’ufficio lavori pubblici del Comune di Lazise e responsabile unico del procedimento. I lavori veri e propri inizieranno in gennaio e non dovrebbero comportare disagi alla viabilità, che verrà gestita con deviazioni parziali del sedime stradale. Avviati anche i lavori al cimitero di Lazise per la realizzazione di nuove tombe di famiglia e al cimitero di Colà per il rifacimento dell’impianto delle luci votive delle tombe a terra. Ulteriori interventi al cimitero del capoluogo sono previsti nel prossimo futuro, con la costruzione di una nuova galleria di loculi sul lato sud a congiunzione delle due esistenti. Al momento, rende noto il responsabile comunale, si sta lavorando alla revisione del progetto preliminare anche per prevedere l’inserimento di bagni pubblici. Con l’inizio del nuovo anno partiranno poi altri cantieri attesi da tempo: la costruzione del nuovo centro civico al posto dell’ex scuola elementare di viale Roma, la cui demolizione è stata rinviata per problemi logistici in capo alla ditta che si è aggiudicata l’appalto; l’avvio della ristrutturazione del palazzo municipale partendo dal recupero dell’edificio che ospita la sala civica, l’ufficio turistico e i bagni pubblici, con la creazione di spazi per manifestazioni, nuovi bagni e una terrazza panoramica sulla copertura (l’appalto di circa 500mila euro è stato aggiudicato a una ditta di Padova); infine l’avvio del primo stralcio di 300mila euro per la riqualificazione della ciclopedonale lungo la Gardesana, dalla rotonda del paese all’incrocio con via Paiari, mentre è in fase di appalto il secondo stralcio fino all’intersezione con via del Terminon (350mila euro). Importi, questi ultimi, in cui sono state previste somme per eventuali imprevisti dovuti alla sistemazione dei sottoservizi. •

Katia Ferraro
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie