I numeri e le regole

Zona arancione: quali sono i criteri perché scatti e cosa cambierebbe

Verona durante i mercatini
Verona durante i mercatini
Verona durante i mercatini
Verona durante i mercatini

Nei giorni scorsi il presidente della regione Luca Zaia ha dichiarato che il Veneto, passato da poco in zona gialla per contagi e ricoveri da coronavirus, rischia di scivolare presto in zona arancione.

 

I CRITERI

Perchè venga decretata la zona arancione occorre che si superino i 150 casi ogni 100mila abitanti e che l'occupazione delle strutture sanitarie vada oltre la soglia del 30 per cento di posti letto occupati nei reparti ordinari (area non critica) e del 20 per cento nelle terapie intensive.

 

LE REGOLE

Rispetto alle regole della zona gialla, in zona arancione serve il Green pass rafforzato (quello derivante da guarigione o vaccinazione) per:

  • usare funivie, cabinovie e seggiovie
  • consumare in bar e ristoranti al chiuso, al banco e anche all'aperto. Anche i ristoranti delle strutture ricettive sono accessibili solo a chi ha il super Green pass, sia nei tavoli all’aperto che in quelli al chiuso
  • Per qualsiasi altro tipo di attività sportiva e motoria: quindi in piscine e palestre, all’aperto in centri natatori, per lo sport di squadra e per quello di contatto, all’aperto e al chiuso, per l’attività in centri e circoli sportivo. E' richiesto anche per l'utilizzo di piscine all’aperto e l’accesso agli spogliatoi 
  • Per assistere a spettacoli a teatro, allo stadio o al cinema (norma già in vigore in zona gialla)

Come in zona gialla, rimane l'obbligo di possedere il Green pass «base» (quello che si può ottenere anche da un tampone) sui luoghi di lavoro. Nessun limite agli spostamenti e nessun coprifuoco anche in zona arancione. Come in zona gialla, obbligo di mascherina all'aperto.

 

Riccardo Verzè