Il presidente della Regione

Zaia in diretta: «I vaccini ci sono, i 60-69enni si prenotino. Dati buoni, restiamo gialli»

.
Luca Zaia e l'assessore Manuela Lanzarin nel punto stampa 29 aprile
Luca Zaia e l'assessore Manuela Lanzarin nel punto stampa 29 aprile
Zaia in diretta 29 aprile

Il presidente della Regione Luca Zaia alle 12,30 in diretta dalla Protezione civile a Marghera, aggiorna sulla situazione Covid in Veneto.

 

I DATI: i tamponi fatti sono 9.304.143, i positivi trovati 932, 2,59%. Il totale dei positivi è 411.111, gli attuali sono 22255. In 24 ore i morti sono 17. I ricoverati sono 1478 (-30), di cui 1275 (-26) in area non critica, e 203 (-4) in terapia intensiva. A queste terapie intensive vanno aggiunte le 269 non Covid, che portano a 472 i posti occupati in Veneto. Il dato dei ricoveri è sempre in calo da due settimane. I dati sono in calo ma bisogna fare attenzione.

 

VACCINI: Ieri abbiamo somministrato 31123 dosi di vaccino, da domani andiamo a 43mila con l'obiettivo di vaccinare i 40enni prima dell'estate. Dei 60-69enni che sono 558.464, ne sono stati vaccinati circa 100mila, ma ce ne sono 242mila già prenotati e 64mila posti liberi, per cui li invito a prenotare. Finora il 25% dei veneti vaccinabili ha avuto almeno una dose, le dosi somministrate finora sono 1.572.000 circa.

Stamattina sono arrivati 151100 vaccini Astrazeneca, 12800 Johnson&Johnson, 20500 Moderna, che saranno consegnati sabato, oltre ai 185mila Pfizer già consegnati. In casa oggi abbiamo 268.494 dosi di cui 53941 Astrazeneca, 10236 Johnson&Johnson, 34797 Moderna e 169521 Pfizer. Nella settimana dal 3 maggio arriveranno 356390 dosi, dal 10 maggio 201490, dal 22 maggio 222750.

Di Reithera non abbiamo notizie aggiornate, non sappiamo quando sarà pronto.

 

Il generale Figliuolo verrà in Veneto il 13 maggio e gli faremo vedere i nostri centri vaccinali mostrandogli l'efficienza del Veneto.

 

CASO TAMPONI e REPORT: facevamo 70mila tamponi rapidi al giorno, se avessimo fatto solo i molecolari avremo lasciato fuori molti positivi. Se dicono che il rapido non funziona e fa morire la gente, in ogni caso arriva a identificare positivi che altrimenti non avremmo trovato. È come la giara di Pirandello: salvi l'uomo o la giara? Se andrò in aula a riferire? No, andrò in commissione ma solo se potranno esserci anche i tecnici e sarà una commissione non a porte chiuse.

 

ZONA GIALLA: L'Rt è a 0,86, l'incidenza 129 per 100mila abitanti, il tasso di occupazione delle terapie intensive è del 18% (la soglia è 30%), di area non critica è del 17% (soglia è del 40%). Restiamo gialli.

 

Ass. Manuela Lanzarin: nella riunione di ieri della Conferenza delle regioni abbiamo messo a punto le linee guida per le cerimonie e i parchi tematici, e per i centri commerciali nei fine settimana, e chiediamo anche di anticipare le riaperture.

Per quanto riguarda le case di riposo, sono pronte le linee guida per riaperture e nuovi ingressi. Ieri è emerza la necessità di linee uniformi, anche tenendo conto del "green pass", che prevede tre possibili situazioni: vaccino fatto, aver avuto il Covid negli ultimi sei mesi, tampone negativo nelle ultime 72 ore).

 

 

 

 

Daniela Bruna Adami

Suggerimenti