Le stime Cgia di Mestre

Tredicesime più basse: ai veneti 300 milioni in meno del 2019

Soldi
Soldi

Tredicesime più leggere per  2,9 milioni di veneti: a 1,2 milioni di pensionati e a quasi 1,7 milioni di dipendenti. L’importo complessivo di queste gratifiche natalizie ammonterà a 2,7 miliardi di euro, circa 300 milioni in meno rispetto alla somma pagata l’anno scorso. A dirlo è l’Ufficio studi della CGIA.

 

Afferma il coordinatore dell’Ufficio studi Paolo Zabeo: “Il Covid, purtroppo, ha alleggerito le tredicesime di tanti dipendenti del settore privato. Dall’inizio dell’emergenza, infatti, il ricorso alla cassa integrazione ha subito un’impennata esponenziale. Questa situazione non ha consentito a tante persone di maturare il rateo mensile che definisce economicamente la gratifica, alleggerendone quindi l’importo finale di circa 100 euro per ogni mese di indennità ricevuta. Con meno soldi a disposizione e tanta sfiducia che assilla le famiglie, gli acquisti di Natale rischiano di subire una contrazione fino al 20 per cento".

 

"Se l’anno scorso la spesa complessiva nel Veneto è stata di poco superiore a 1 miliardo di euro", prosegue Zabeo, "quest’anno potrebbe scendere attorno agli 800 milioni, una riduzione che rischia di penalizzare soprattutto le botteghe artigiane e i negozi di vicinato che faticano a reggere la concorrenza sempre più spietata del commercio on line”.