l'iniziativa

Tre veneti portano
il tramezzino
in Usa e Canada

Tramezzini, tre veneti li portano negli Usa come simbolo del made in Italy
Tramezzini, tre veneti li portano negli Usa come simbolo del made in Italy
Tramezzini, tre veneti li portano negli Usa come simbolo del made in Italy
Tramezzini, tre veneti li portano negli Usa come simbolo del made in Italy

Prima hanno registrato il marchio «tramezzini» in Usa e Canada poi sono partiti alla conquista della Grande Mela. Sono tutti e tre veneti, i fratelli Massimiliano e Filippo Paccagnella e l’amico Davide Pedon, i giovani imprenditori che hanno voluto tradurre in un affare oltreoceano uno dei prodotti alimentari più diffuso in tutta la regione, ma non solo.

Un anno fa sono sbarcati allo Smorgasburg, il mercato settimanale di tendenza a Brooklyn, dove vengono ammessi i cento standisti che sanno portare qualche innovazione nel food. E la novità-tramezzino è piaciuta, tanto che vengono venduti a 8 dollari a coppia, anche se di dimensioni più grandi rispetto a quelle italiane. «Noi saremo il primo negozio in tutti gli Stati Uniti - racconta Filippo Paccagnellam,  «a essere specializzato in tramezzini: importiamo il pane fresco dal Veneto ogni due settimane. Stiamo molto attenti agli ingredienti, che devono essere di prima qualità; anche il prosciutto crudo ce lo facciamo spedire da casa».

Ora puntano al salto di qualità con l’apertura del primo negozio specializzato nel Lower East Side di Manhattan: il taglio del nastro è previsto il 26 maggio. «Avremo una decina di posti a sedere ma il negozio sarà focalizzato più che altro sull’asporto e sul catering». All’inizio l’azienda avrà quattro dipendenti, oltre ai fondatori. Per venire incontro ai palati americani il trio offre varianti che forse faranno storcere il naso agli italiani: dai tramezzini al forno, per l’inverno, a quelli in cono, da gustare a passeggio.