Vicenza

Vaccini, dosi razionate: sospese tremila prenotazioni, convocati la mattina di Pasqua

Non ci sono più vaccini. Neppure uno al di là di quelli programmati. Martedì sono arrivate 6 mila 400 dosi di Pfizer. Per fine settimana sono attese 10 mila dosi di AstraZeneca più 3 mila 800 di Moderna. E si vaccinerà anche a Pasqua.

In Fiera a Vicenza, dove da oggi dovrebbe comparire la tensostruttura esterna, sono previste 960 vaccinazioni di AstraZeneca. Poi, le scorte finiranno. Quel che resta di Pfizer è già razionato per i richiami fino al 5 aprile. Per Moderna è lo stesso. Le fiale sono già prenotate. Per AstraZeneca pure, anche se si potrà allargare a un nuovo ma limitato contingente di persone. E, per dopo Pasqua, numeri contatissimi. Si fa presto a fare i conti. Dal 6 aprile in poi ogni settimana una consegna di 12 mila 500 dosi di Pfizer, per tutto il mese solo 6 mila 800 dosi di AstraZeneca e neppure una fiala di Moderna. Una specie di gioco ad incastro. Un Risiko dei vaccini. Le facili profezie dei giorni scorsi si stanno materializzando. 

L’Ulss ha dovuto spostare al 6 aprile 2 mila persone in calendario oggi e altre 1000 domani. Oggi in Fiera si vaccina solo la mattina. E soltanto per 400 over 70. Perché poi AstraZeneca finisce. Domani la Fiera chiude per riaprire sabato.

 

Leggi anche
Zaia assente per il nuovo Dpcm, Lanzarin: «Incognita vaccini, tra due giorni dosi finite. Sanitari, vaccinato l'85%»

Franco Pepe