Vicino al rifugio Bassano

Slavina di 50 metri si stacca dal Grappa. In centinaia bloccati a monte, ma si escludono feriti

Monte Grappa: si stacca slavina

Aggiornamento ore 20  Sembra da escludere che la slavina staccatasi nel pomeriggio sul Monte Grappa abbia coinvolto persone o automobili. Lo hanno stabilito i primi accertamenti svolti dai vigili del fuoco e dal soccorso Alpino, che proseguono ad agire anche nelle prossime ore. Poichè la neve è bagnata, sul posto è stato fatto arrivare un escavatore, che aiuta gli operatori a spostare la massa di neve. La slavina è caduta sulla «strada Cadorna», a monte della quale si raggiunge il Rifugio Bassano, e ha impedito il rientro a un centinaio di escursionisti, rimasti bloccati nella struttura. Per permettere loro di rifocillarsi, restare in sicurezza e al caldo, è stata permessa l’apertura del rifugio per la notte, in attesa che la strada venga ripulita.

Monte Grappa: si stacca slavina

 

Aggiornamento ore 19 Proseguono le ricerche, al momento sembra esclusa la presenza di automobili, si lavora per capire se ci siano ciclisti, pedoni o motociclisti, anche perché la slavina è avvenuta in un momento di grande traffico, quando in molti cominciavano a scendere dalla montagna. Ci sono centinaia di persone bloccate nei pressi del Sacrario perché la strada per scendere è interrotta. Il rifugio è stato autorizzato a tenere aperto per ospitarne una parte. 

Ore 17.30 Un slavina del fronte di 50 metri, per un’altezza di 3, si è staccata nel pomeriggio sul Monte Grappa, nei pressi del Rifugio Bassano, in località Forcelletto di Cismon del Grappa, provincia di Vicenza.

Dalle ore 16.40 sul posto sono impegnate squadre dei vigili del fuoco da Vicenza e Treviso, assieme alla Squadra valanghe di Belluno con il Soccorso alpino, per escludere l’eventuale presenza di persone sotto la neve. L’elicottero ’Dragò dei pompieri non è potuto intervenire per la nebbia che grava sulla zona.