Nel Vicentino

Covid, bimbo di 16 giorni in ospedale: «Infettato dalla madre non vaccinata»

Ha appena 16 giorni il più giovane paziente Covid ricoverato all’ospedale di Santorso. Ieri erano 4, tutti sotto i 6 mesi, i bimbi positivi assistiti nel nosocomio Alto Vicentino. A questi si sommano i 7 ricoverati al San Bortolo di Vicenza. In tutto, 11 bambini a lottare in ospedale contro il Sars Cov 2 in provincia di Vicenza.


Una faccia della pandemia che fino ad oggi non si era mai vista: come riporta Il Giornale di Vicenza, i ricoveri avevano riguardato soprattutto anziani e persone in età adulta. I casi pediatrici erano molto rari; ora, invece, la situazione si fa preoccupante anche da questo punto di vista. Il piccolo di 16 giorni ha la polmonite ed è assistito con l’ossigeno ad alti flussi: le sue condizioni sono migliorate, rispetto a qualche giorno fa, anche se restano ancora serie.

«Il bimbo è stato contagiato dalla madre, non vaccinata», spiega il dottor Massimo Scollo, direttore dell’unità operativa complessa di pediatria dell’ospedale di Santorso, che poi sottolinea: «La vaccinazione delle donne in gravidanza è importante, così come quella nella fascia tra i 5 e i 6 anni: in questo periodo stiamo assistendo al contagio di molti bambini e non abbiamo mai visto tanti ricoveri in età pediatrica come quelli attuali. La speranza è che non torni anche il virus sinciziale». Quest’ultimo agente patogeno, nei mesi scorsi, aveva creato un’ondata di ricoveri di bambini in ospedale.

In generale, almeno nell’Ulss 7, ci sono segnali di allentamento nella pressione sugli ospedali per quanto riguarda gli ingressi di pazienti positivi. Non è chiaro se è un’inversione di tendenza o se una parentesi all’interno della quarta ondata. Fatto sta che questa situazione non ha reso necessario ricorrere ad altri 10 posti letto che erano stati attivati nella struttura orsiana. «Il numero dei ricoveri è gestibile, speriamo sia l’inizio di un ritorno alla normalità”, sottolinea il direttore sanitario dell’Ulss 7 Antonio Di Caprio.

In base agli ultimi dati disponibili, riferiti a giovedì scorso, a Santorso sono ricoverati 63 pazienti Covid, di cui 46 non vaccinati. Dei 17 vaccinati, solo 6 hanno completato il ciclo con la dose booster e si tratta di anziani con pluripatologie. In 19 sono sottoposti a ventilazione: di questi, 14 non hanno ancora ricevuto il siero, mentre nessuno degli altri 5 ha completato il ciclo di immunizzazione. Sono invece 5 i pazienti in terapia intensiva. A Bassano, invece, su 18 pazienti ventilati, solo 2 sono vaccinati, mentre dei 24 non ventilati sono 11 le persone che hanno ricevuto il siero: l’Ulss 7 specifica come si tratti soprattutto di anziani con patologie importanti che non hanno concluso il ciclo vaccinale. In rianimazione sono assistiti 9 degenti. Sono infine 25 i ricoverati all’ospedale di comunità di Marostica. 

Matteo Carollo - Franco Pepe